Pubblichiamo uno stralcio della bella intervista a Tunji Funsho, leader rotariano nella lotta contro la polio in Nigeria. Tutta l’intervista sulla Rivista Rotary Italia a pag. 17.

 

Dobbiamo congratularci con tutti i rotariani, sia i nuovi, che i più anziani, perché sono entrati a far parte della storia. Abbiamo percorso un lungo cammino per arrivare dove siamo oggi. Il Rotary non inizia mai qualcosa senza portarlo a termine. Vogliamo quindi incoraggiare i rotariani a non perdere di vista il loro obiettivo e continuare a inviare i fondi per eliminare la polio prendendosi del tempo per supportare gli sforzi nei propri territori.

Se ci si trova in un Paese polio endemico, bisogna supportare i centri di assistenza sanitaria primaria per assicurarsi che i bambini continuino a ricevere le immunizzazioni. Se si è in un Paese non endemico, bisogna invece supportare i programmi di quei Paesi che sono ancora endemici, in particolare attraverso gli investimenti, risvegliando le coscienze ed esortando il governo e i settori privati a continuare a sostenere il programma fino al raggiungimento finale dell’obiettivo.

Raggiungendo questa pietra miliare ci siamo convinti di poter contrastare qualsiasi problema sanitario, in quanto non esiste nessuna questione sanitaria che non possa trovare una soluzione.

Questa è una grande eredità!