LETTERA DEL GOVERNATORE MAGGIO 2017

Carissimi Amiche ed Amici,

siamo già all’undicesimo appuntamento mensile, maggio, mese che il Rotary dedica alle nuove generazioni. I giovani rappresentano, da sempre, uno degli obbiettivi che il ROTARY INTERNATIONAL porta all’attenzione dei Club come una delle più importanti vie.

Il 28 aprile 2010 il Consiglio di Legislazione approvò un provvedimento che aggiungeva alle 4 classiche Vie d’Azione del Rotary una quinta Via dedicata alle Nuove Generazioni. Questa Via riconosce il cambiamento positivo che si ottiene sui ragazzi e sui giovani attraverso le attività di sviluppo delle doti di leadership, la partecipazione a progetti di servizio locali ed internazionali ed i programmi di scambio, volti a promuovere la comprensione tra le culture e la pace nel mondo.

Il Manuale di Procedura, elenca e descrive scopi e finalità, oltre alle modalità e ai criteri di costituzione e di funzionamento, dei nostri programmi giovanili, e cioè: SCAMBIO GIOVANI, INTERACT, ROTARACT, RYLA, RYPEN e ALUMNI.

LO SCAMBIO GIOVANI rappresenta evidentemente quella attività più direttamente rivolta alla promozione della comprensione e dell’amicizia mondiale, e, come tale, va promossa ed incentivata con maggiore impegno. A questa attività si dedica con passione, competenza e successo la nostra amica Maria Cristina Camilloni, Presidente della Commissione scambio Giovani che, come ho potuto constatare di persona, è anche un sicuro riferimento a livello nazionale.

Grande attenzione va però dedicata anche agli altri programmi, che prevedono un diretto coinvolgimento operativo dei Club.

ROTARACT
Il nome di Rotaract, combinazione tra le parole “Rotary” ed “Action”, fu scelto in seguito ad un sondaggio tra gli studenti dell’Università di Houston, nel Texas.
Il Rotaract è sicuramente il programma che ha ottenuto, nel nostro Distretto, lo sviluppo maggiore, con 28 club e più di 430 soci. I Club, che non hanno ancora patrocinato nessun Rotaract, sono sollecitati a fare il possibile per costituirne uno.
I Rotaractiani rappresentano una componente importante della nostra Famiglia, sono i nostri interlocutori privilegiati, visto che il loro motto “Amicizia attraverso il Servizio”, ricorda gli stessi due fondamenti su cui si basa la nostra azione. Con loro, l’ho visto nelle visite ai club e frequentando le loro riunioni, abbiamo rapporti eccellenti, che io vorrei diventassero sempre più stretti ed intensi. Sono rapporti di parità, di reciproca stima e rispetto. Da questa collaborazione noi possiamo trarre beneficio per entusiasmo, freschezza, lealtà, perfetta organizzazione, eleganza di stile, che essi sanno esprimere nei loro service, nei rapporti verso l’esterno e nelle loro manifestazioni. Sono, sotto certi aspetti, più conservatori di noi, più attivi personalmente, più uniti e coinvolti, sono già dei veri rotariani.
Il Rotary International invita i Club a prendere in considerazione l’ammissione di quei rotaractiani, usciti per limiti di età, che si sono distinti per il loro impegno, la loro intraprendenza, il loro carattere, la loro predisposizione al servizio e all’amicizia.

INTERACT
Altro nostro importante partner nel servire è l’Interact, che però oggi, ha nel Distretto, una limitata diffusione, potendo contare solo su sei Club. Noi dobbiamo fare di più, e credo ci siano tutte le ragioni per farlo. L’età della adolescenza, quella cui si rivolge l’Interact, comporta una metamorfosi, fisica e psicologica, dei ragazzi. La costituzione di un Interact Club può rappresentare un punto di aggregazione ed una efficace palestra formativa in fatto di socializzazione, etica ed educazione civica in collaborazione con la famiglia e la scuola. Provate, amici, a fare una riflessione seria sulla possibilità di fondarne uno nel vostro territorio. Anche il Rotaract, in questo, può aiutarci e trarne, a sua volta, giovamento, per una sua maggiore stabilità futura, sarebbe per tutti un bel successo.

RYLA e RYPEN
Il RYLA è una manifestazione di grande importanza nel nostro Distretto, è proprio del nostro Distretto, perché il padrino del RYLA, il nostro PDG Italo Giorgio Minguzzi fu il primo ad organizzarlo in Italia. Il nostro RYLA, organizzato insieme al Distretto 2071, Toscana, per l’alternanza della sede, quest’anno si è svolto dal 19 al 26 marzo 2017, al Grand Hotel di Cesenatico dal titolo “ Il valore dei Valori”, sotto la ormai consueta, attenta ed esperta guida di Michaela Rodosio che sempre ringrazio. Io con Luciana e molti altri abbiamo partecipato alla giornata conclusiva della manifestazione. Una giornata coinvolgente, presi dall’entusiasmo che anima questi giovani al termine di una settimana trascorsa insieme e per loro estremamente motivante e coinvolgente. Avrei voluto che fossero presenti gli amici di quei Club che solitamente non inviano nessuno ragazzo, perché si rendessero conto di quale grande esperienza essi possano offrire ad un giovane, dandogli l’opportunità di sviluppare la capacità di esprimere opinioni, di essere di guida a se stesso e agli altri, di trovare soluzioni adeguate, anche a problematiche complesse.
Il RYPEN, una manifestazione con le stesse caratteristiche del Ryla ma dedicata ai ragazzi più giovani, dai 14 ai 18 anni, che si è svolto a Bertinoro dal 17 al 19 Marzo, ospitati dal Centro Universitario ed perfettamente organizzato dall’amico Andrea Bandini del Club di Forlì tre valli. Qui valgono gli stessi principi e gli stessi risultati, lo stesso entusiasmo e le stesse riflessioni, quest’anno stimolati da un titolo particolarmente gradito “La bellezza salverà il Mondo, il Mondo salverà la bellezza?”
Quest’anno hanno partecipato al RYLA 80 ragazzi e al RYPEN 38 ragazzini.
Vi invito, amici, a cercare i vostri candidati per tempo e a mandare almeno un giovane, di quelli sicuri, motivati, con una marcia in più a ognuna di queste manifestazioni.

Cari Amici ho creduto giusto mettervi al corrente di quanto il Rotary fa per i giovani. Devo aggiungere a questi anche tutti i programmi che prevedono le borse di studio e le borse per la Pace. Questo significa che ogni anno, migliaia di giovani ragazzi e ragazze partecipano ai programmi educativi e delle Nuove Generazioni del Rotary, che consentono loro di sviluppare nuove doti, servire la loro comunità e promuovere la comprensione internazionale. Tutti i giovani che partecipano ai programmi del RI vengono definiti Alumni del Rotary International. Una recente indagine ha dimostrato che il 66% degli alumni dichiara di essere interessato ad entrare nel Rotary

Il ROTARY INTERNATIONAL, esorta “ogni rotariano” ad “essere di esempio ai giovani”. Ognuno di noi deve sentirsi investito e responsabilizzato perché tutti abbiamo continui rapporti con i giovani, ed i valori si trasmettono più con l’esempio che con le parole.
Non inseriamo quindi questa esortazione solo nei nostri bollettini, come ci raccomanda il manuale per il mese di maggio, ma teniamola per sempre ben presente in qualsiasi occasione nella nostra vita quotidiana.

Ora non mi resta che augurarvi buon lavoro e, come sempre, un grande abbraccio e

Buon Rotary a tutti

Franco