Tanti spunti, idee e proposte all’Idir-Sefr

Folta partecipazione, il 21 ottobre, a Pieve di Cento, ai lavori di Idir (Istituto di informazione rotariana) e Sefr (Seminario Rotary Foundation), ospitati nello splendido museo Magi ‘900, fondato da Giulio Bargellini. I lavori, aperti dal Governatore Maurizio Marcialis, hanno subito visto i saluti istituzionali del vice sindaco di Pieve di Cento Luca Borsari, del Dge Paolo Bolzani, del Dgn Angelo Andrisano e di Nicola Fabbri, presidente del RC Cento. Straordinariamente appassionato l’indirizzo di saluto di Giulio Bargellini, mecenate e rotariano di lungo corso, anfitrione della giornata, che ha ricordato le straordinarie attività svolte con il Rotary in Africa.
Claudio Castellari, presidente della Commissione convention Toronto 2018, supportato da uno splendido video, ha presentato la prossima meta del congresso internazionale, Toronto, illustrando le bellezze del Canada e le modalità di adesione all’iniziativa.
E’ stata poi la volta della Commissione Comunicazione: Alberto Lazzarini, Alfonso Toschi e Maria Grazia Palmieri, dopo aver ricordato con commozione il collega Fabio Raffaelli, recentemente scomparso, hanno fatto il punto su strumenti e obbiettivi della comunicazione distrettuale.
Italo Giorgio Minguzzi, presidente della Commissione Programmi, ha quindi coordinato una tavola rotonda alla quale hanno partecipato Guido Abbate (Ryla), Fabrizio Pullè (Rotaract), Alessandro Alboni (Scambio Giovani), Giordano Giubertoni (Interact), Enrico Bertoni (Rypen). Il dibattito ha delineato strategie e modalità organizzative delle importanti iniziative che il Rotary dedica al mondo giovanile.
Il Progetto Screening diabete è stato al centro del contributo di Gabriele Stefanini, presidente della Commissione Sanità, che ha illustrato la campagna che il Distretto Rotary avvierà in tutta la regione per il diabete, patologia sempre più diffusa e che riguarda oltre tre milioni di italiani.
della proposta del presidente internazionale Riseley di piantare un albero per ogni rotariano ha parlato Aida Morelli, presidente della Commissione Ambiente, che ha spiegato quali azioni i club potranno mettere in atto per raggiungere l’obbiettivo.
Luca Guerra, presidente della Commissione Patrimonio Artistico ha illustrato le due principali iniziative in corso: la catalogazione dei service attinenti al patrimonio artistico realizzati dai club del Distretto ed il convegno “Art bonus”, arte come investimento, che si terrà il 30 ottobre a Bologna.
Una tavola rotonda moderata da Alberto Lazzarini, presidente della Commissione Comunicazione, ha avuto al centro la presentazione di Fooeder, una start up di e-commerce per la valorizzazione dei prodotti alimentari del territorio, con cui si sono conclusi i lavori dell’Idir.
Intenso anche il pomeriggio, dedicato al Sefr e iniziato con una relazione di Salvatore Amelio (RC Cento) sulle importanti iniziative che il Centro studi internazionali sul Guercino, da lui presieduto, sta organizzato per il prossimo anno. Il celebre pittore barocco centese sarà oggetto, in particolare, di una grande mostra con lo scopo, non secondario, di valorizzare la città colpita fortemente, come è noto, dal terremoto del 2012.
Ha fatto seguito un’importante serie di relazioni incentrate sulle varie declinazioni della Rotary Foundation. Il Pdg Pietro Pasini, presidente dell’apposita Commissione, ha ricordato che i fondi provengono dalla generosità dei rotariani grazie i quali vengono svolti service di grande rilevanza sia per la comunità internazionale che per le comunità locali. Il servizio, ha ricordato, “è azione”. Alberto Azzolini ha poi illustrato le caratteristiche dei Global Grants e dei District Grants: ben 188.00 euro distribuiti. Fernando Imbroglini, Fabio Fabbri e Antonio Fraticelli hanno relazionato circa la buona amministrazione, le borse di studio e le Paul Harrys Society (poco conosciute ma da valorizzare). Di Polio plus hanno parlato Salvatore Ricca Rossellini e il Pdg Paolo Pasini che ha anche sollecitato una crescente visibilità del Rotary non certo dettata da… motivazioni estetiche, quanto per “incrementare la rete” e favorendo così la diffusione delle opere e dei valori del Movimento.
Un soddisfattissimo Governatore Maurizio Marcialis ha concluso un Idir-Sefr ricco di spunti, di informazioni e proposte.