Newsletter Gennaio 2018 – n. 50

01

 

Il RC Brescello-Tre Ducati intende dare il proprio sostegno concreto alla comunità di Lentigione, contribuendo ai lavori di ricostruzione contro i danni dovuti all’alluvione. Lo scorso 12 dicembre, infatti, il torrente Enza è esondato a Brescello, allagando la frazione di Lentigione. L’abitato e la zona industriale sono stati invasi, provocando oltre mille sfollati e ingenti danni alle attività economiche, tra cui la nota Immergas, azienda leader nella produzione di caldaie a gas, costretta a interrompere la produzione per diverse settimane. I vigili del fuoco, le forze dell’ordine, la protezione civile e numerosi volontari si sono prodigati per consentire il ritorno alla normalità. La strada statale della Cisa e la collegata variante Cispadana, nonché la linea ferroviaria Parma – Suzzara sono state interrotte. Non sono state risparmiate le colture e le aziende agricole, numerose nella zona colpita. La stima provvisoria dei danni effettuata dalla Regione è di oltre 100 milioni di euro; in questa cifra non sono comprese le attività industriali e agricole, per le quali il calcolo è più complesso. Il Governo, nel frattempo, ha decretato lo stato di emergenza.

 

02

 

Una visita molto gradita, davvero speciale, al “Museo dei Burattini – collezione Zanella, Pasqualini, Perani, Menarini, Cervellati” di Budrio, riconosciuto “Museo di qualità “ dall’IBC della Regione Emilia Romagna. È giunto il Governatore del Distretto 2072, l’arch. Maurizio Marcialis, con la moglie Flavia, accompagnati da una delegazione del Rotary Club Valle dell’Idice, Presieduta da Augusto Mioli. Al termine della breve visita guidata, ognuno ha preso una marionetta e un pupo per le foto di rito. Al Governatore Maurizio Marcialis è stato consegnato il “Carlo Magno” del marionettista Datelin, a Flavia un pupo napoletano di Giuseppina d’Errico, detta Donna Peppa e ad Augusto Mioli l’Amleto di Pietro Resoniero.

 

03

 

Tavola rotonda dedicata all’attualissimo tema della violenza contro le donne nell’Aula Magna del Campus di Cesena dell’Alma Mater. L’evento – patrocinato dal Comune di Cesena, dal Dipartimento di Psicologia e dal Centro Psicoanalitico di Bologna – aperto alla cittadinanza, è stato realizzato allo scopo di riflettere con professori universitari e psicoanalisti della Società Psicoanalitica Italiana sulla violenza contro le donne. E’ stato organizzato dal gruppo Consorti del RC di Cesena che opera dal 1981: il gruppo è costituito prevalentemente da donne, consorti dei soci e da oltre 30 anni cura incontri e cineforum rivolti alla cittadinanza per presentare, riflettere ed approfondire tematiche diverse. Dal 2014 svolge progetti nelle scuole di Cesena per sensibilizzare sul fenomeno della violenza contro le donne. Nel 2017, insieme ad altre realtà cesenati e con il partenariato del Comune di Cesena, assessorato alle pubbliche differenze, ha vinto un bando regionale triennale per attività di formazione e informazione per combattere la violenza di genere.

 

04

 

Come è ormai tradizione, per il sesto anno consecutivo il Rotary Club Ferrara ha donato 100 pacchi natalizi di prodotto d’eccellenza del territorio a famiglie ferraresi in difficoltà. Numerose le aziende ferraresi che generosamente hanno donato i propri prodotti. La vice Presidente Cinzia Ori ha messo a disposizione locali e dipendenti della sua Azienda per la logistica relativa a confezionamento e distribuzione dei pacchi. I cento pacchi sono stati consegnati ad alcuni parroci di Ferrara e provincia, che si sono occupati personalmente di individuare le famiglie bisognose per la consegna.

 

05

 

Il Distretto Rotary 2072, Emilia Romagna e Repubblica di San Marino, in collaborazione con la Fondazione Premio Galileo Galilei dei Rotary Club italiani, bandisce un premio per la promozione della ricerca scientifica riservato a studiosi che non abbiano superato i 35 anni. Gli studiosi devono essersi distinti in una delle aree disciplinari afferenti a discipline umanistiche o scientifiche, in analogia a quanto stabilito per il premio internazionale Galileo Galilei. L’ammontare del premio è stabilito in 2.000 euro per ciascun vincitore. La domanda per la partecipazione potrà essere presentata dal candidato esclusivamente nell’ambito del Distretto dove svolge la sua attività di ricerca e precisamente nelle Università dell’Emilia e Romagna e della Repubblica di San Marino. Le domande dovranno essere spedite a: Rotary International, Distretto 2072, Via Santo Stefano 43, 40125 Bologna, all’attenzione del Governatore. Il candidato è tenuto alla presentazione di un breve curriculum personale e alla presentazione di non più di due opere attestanti l’attività scientifica svolta. Potrà inoltre allegare eventuali presentazioni rilasciate da autorevoli personalità del mondo scientifico. L’ultima data di presentazione delle domande con i relativi allegati è fissata al 28 febbraio 2018 e ai fini dell’ammissione al concorso farà fede la data del timbro postale.

Il Premio sarà assegnato a giudizio insindacabile della Giuria, composta da tre membri nominati dal Governatore del Distretto Rotary. La giuria dovrà concludere i propri lavori entro e non oltre il 30 aprile e dovrà comunicare immediatamente e senza indugio l’esito al Distretto, alla Fondazione Premio Internazionale Galileo. L’elenco dei giovani vincitori sarà comunicato in occasione della consegna del “Premio Internazionale Galileo Galilei” che si svolgerà, come di consuetudine, presso l’Aula Magna dell’Università di Pisa.

 

06

 

Il Governatore Maurizio Marcialis, accompagnato dalla gentile consorte Flavia e dai Presidenti di tutti i Rotary Felsinei, è stato ospite d’onore di un incontro emozionante nella struttura sanitaria Montecatone Rehabilitation Institute alle porte di Imola. Conosciuto in tutt’Italia, l’Istituto di Montecatone è un centro di riferimento nel trattamento delle lesioni midollari ed è proprio qui che si è svolto un vero esperimento pilota in Italia: un laboratorio di fotografia artistica ideato dalla dottoressa Anna Rosati intitolato “Ri-prendere, progetti di arte e fotografia”, dedicato agli ospiti della struttura sanitaria. Il risultato del laboratorio fotografico condotto per alcuni mesi da Anna Rosati e Gabriele Fiolo, entrambi fotografi professionisti, è stato eccellente; sono stati realizzati infatti dai pazienti una serie di scatti fotografici davvero originali, elaborati, mixati, densi di creatività, ricchi di citazioni còlte, colmi di emozione e spesso anche di autoironia. Grazie al sostegno dei Rotary Felsinei per i pazienti di Montecatone R. I. si è realizzato un piccolo sogno o comunque una grandissima soddisfazione; i 26 autori hanno visto le loro opere pubblicate in un volume che è un vero e proprio catalogo d’arte, di ben 112 pagine a colori. Il libro, oltre alle bellissime immagini fotografiche, contiene i testi scientifici curati dalla professoressa Roberta Caldin, Dipartimento Scienze dell’Educazione ‘Giovanni Maria Bertin’, Università di Bologna e referente scientifico del progetto. La dottoressa Claudia Corsolini, coordinatrice del Programma Abilitazione e Vita Indipendente, ha sviluppato il testo che riguarda Montecatone Rehabilitation Institute. Infine, l’analisi critico-artistica dei concept fotografici, è stata maturata dalla dottoressa Azzurra Immediato, storica dell’arte. “I Rotary sono impegnati in numerose attività benefiche – ha sottolineato il Governatore Maurizio Marcialis – ma questa esperienza di Montecatone è particolarmente significativa poiché dietro a questo progetto fotografico si rivela dell’altro e cioè la partecipazione di persone che, dopo un trauma importante, dopo un cambiamento radicale nella propria esistenza, si rimettono in gioco attraverso l’arte”.

Alla cerimonia di consegna dei volumi, accanto al Governatore Maurizio Marcialis, e alla consorte Flavia, erano presenti i rappresentanti dei Rotary Felsinei: Patrizia Farruggia assistente del Governatore, Domenico Lo Bianco assistente del Governatore, i presidenti Fausto Arcuri del Rotary Bologna, Gioia Mela del Rotary Bologna Carducci, Maurizio Fusari del Rotary Bologna Est, Marino Capelli del Rotary Bologna Galvani, Onofrio Manno del Rotary Bologna Nord, Paolo Orsatti del Rotary Bologna Ovest Guglielmo Marconi, Francesco Serantoni del Rotary Bologna Sud, Francesco Pannuti del Rotary Bologna Valle del Samoggia, Amedeo Marozzi del Rotary Bologna Valle del Savena, Augusto Mioli del Rotary Bologna Valle dell’Idice, Andrea Magalotti del Rotary Club Bologna. Inoltre Anna Maria Quaglio del Rotary Club Valle del Savena, che per prima ha creduto nel progetto. Il Club di Bologna Valle del Savena, già da alcuni anni, collabora con la struttura di Montecatone in significativi progetti per l’assistenza alle persone ospiti del centro. Il Catalogo d’arte “Ri-prendere” è in vendita (a offerta libera) presso la struttura di Montecatone, il ricavato sarà devoluto ad AUS (Associazione Utenti Unità Spinale Montecatone) per sostenere nuovi e futuri laboratori.

Daniela Camboni

 

07

 

Il sindaco di Codigoro Alice Zanardi ha incontrato il Governatore Maurizio Marcialis, facendogli dono del volume “L’Abbazia di Pomposa. Un cammino di studi all’ombra del campanile (1063-2013)”, Atti della giornata di studi Pomposiani del 19/10/2013. Il Club Rotary di Comacchio-Codigoro-Terre Pomposiane ha fattivamente partecipato, con vari interventi in questi anni, ai lavori che hanno reso finalmente accessibile al pubblico la torre campanaria. I lavori hanno interessato, in particolare, il restauro della scala, l’impianto elettrico e la bussola in vetro che isola la torre campanaria.

 

08

 

Per celebrare i 150 anni dalla nascita di Paul Harris, fondatore del Rotary International, Rotaract Club Ravenna, Rotary Club Ravenna e Rotary Club Ravenna Galla Placidia hanno deciso di promuovere un concorso di idee che mira a coinvolgere giovani creativi di talento nella realizzazione di una scultura o installazione. In particolare, si legge nel bando di concorso, “Rotaract e Rotary intendono sostenere progetti strutturati, di rilevanza sociale, di innovazione e di sostenibilità, potenziando le relazioni tra le persone e le cose. Il premio vuole mettere a confronto le ricerche più interessanti ed innovative prodotte dalle Università, dalle Accademie di Belle Arti e dalle Scuole di Design.” Al concorso possono partecipare giovani artisti tra i 18 e i 30 anni residenti in Italia.

I giovani creativi possono aderire inviando per via digitale all’indirizzo e-mail segreteria150ph@gmail.com la seguente documentazione: – Scheda di adesione (allegata al bando); – Modulo privacy (allegato al bando) – Presentazione descrittiva del progetto (massimo due cartelle carattere Arial formato 12 interlinea 1,5); – (massimo) n° 5 rendering o bozzetti dell’opera (.jpg file, A4, 300 dpi); – Curriculum Vitae/Artistico in formato pdf. Ciascun partecipante dovrà inoltre inviare esclusivamente via posta ordinaria o corriere i materiali per la selezione – (massimo) n° 3 tavole in formato A2 stampato su supporto rigido (forex mm 3) – all’indirizzo Rotary Club Ravenna via Paolo Costa 49, 48121 Ravenna. Scheda di adesione e materiale per via digitale vanno inviati entro e non oltre il 15 marzo 2018. L’invio del materiale per via postale è fissato invece entro e non oltre il 20 marzo 2018; farà fede la data di arrivo all’indirizzo di corrispondenza. La giuria, composta da membri delle associazioni promotrici e autorevoli personalità che operano in ambito artistico culturale, selezionerà per la mostra finale i 20 migliori progetti, che saranno esposti a Ravenna. La giura assegnerà inoltre un premio di 1.500 euro per il progetto più interessante ed innovativo.

 

09

 

“Il Rotary fa la differenza” è un prezioso manuale per conoscere il Rotary. I testi, liberamente tratti da pubblicazioni rotariane, sono stati rivisti, integrati e poi assemblati dalla Sottocommissione Formazione del RC Forlì – guidata da Salvatore Ricca Rossellini – nel volume “Conoscere il Rotary”. Da quel manuale, grazie all’incoraggiamento e all’aiuto del Governatore Maurizio Marcialis, è appunto nato “Il Rotary fa la differenza” che ha potuto far leva anche sulla preziosa collaborazione di amici di altri club della regione. Il libretto narra anzitutto l’origine e la storia del Movimento, il suo sviluppo, i valori che esprime, la sua funzione e il ruolo all’interno delle comunità internazionali. E ancora: quali sono le sue specifiche aree di intervento, di attività e di attenzione.

I Rotary Club interessati al volumetto “Il Rotary fa la differenza” (per motivi tecnici non è possibile l’ordinazione da parte dei singoli soci), possono richiederlo direttamente alla Sicograf (5€ a copia) al seguente indirizzo: sicograf@sicograf.com tel. 0547 672 920.