Un Happycamp straordinario, 170 ospiti dell’iniziativa divenuta distrettuale

115 ospiti per un’intera settimana e più di cinquanta “giornalieri”: sono questi i bellissimi numeri dell’Happycamp 2018, che si è svolto nella parte centrale del mese di maggio al Camping Florenz del Lido degli Scacchi, sulla costa comacchiese, per iniziativa del Rotary distrettuale. Al soggiorno hanno partecipato disabili e loro accompagnatori provenienti da varie parti della regione. Abbiamo parlato di numeri ma, più ancora, sarebbe necessario parlare di valori; quei valori che “impastano” l’iniziativa, amatissima dai tanti che l’hanno vissuta da vent’anni a questa parte, cioè dal momento in cui nacque per volere del club di Comacchio-Codigoro-Terre Pomposiane. La formula è di quelle che… non si toccano: gli ospiti trascorrono un periodo di vacanza in serenità e allegria in una struttura, il citato Camping Florenz (è di proprietà del rotariano Gianfranco Vitali), di altissima qualità e caratterizzato da un servizio professionale e umano encomiabile. In più vengono offerti momenti di svago, in particolare la sera: uno spettacolo di burattini, musica, imitazioni e ballo, convivialità, sport (con l’associazione Dimensione Nordic Walking).
La serata conclusiva ha visto la partecipazione di quasi duecento persone fra ospiti e rotariani di vari club. Il Governatore Marcialis (gli era naturalmente a fianco Flavia) ha condotto l’incontro, intriso di gioia, musica e colori e ha consegnato alcuni riconoscimenti a cominciare dal principale organizzatore, il socio Fiorenzo Zannini con la consorte Radka, il segretario del club lagunare Enea Pandolfi. Molti, si diceva, sono stati i club aderenti al progetto: i sette dell’area estense (Ferrara, Ferrara est, Cento, Copparo, Comacchio-Codigoro-Terre Pomposiane), Poggiorenatico, San Giorgio di Piano), Castel Bolognese-Romagna Ovest, Lugo, Imola, Ravenna, Ravenna-Galla Placidia, Vignola, Salsomaggiore. Sono inoltre intervenuti rotariani di club abruzzesi, protagonisti di un analogo apprezzato progetto di solidarietà.
Il governatore, ringraziando tutti coloro che hanno reso possibile questo splendido “ventesimo”, ha sottolineato che il Rotary “ha fatto del bene”. Questo, infatti, è l’obiettivo del progetto e certamente dello stesso nostro Movimento. E a proposito di bene, Marcialis ha voluto consegnare un simpatico attestato di partecipazione alle associazioni di appartenenza dei partecipanti al Camp: Anffas-la Coccinella di Cento, “Calvi” di Finale Emilia, Cidas Copparo, Casa dei Risvegli Luca De Nigris, Dune di Sabbia di Comacchio e Faro di Codigoro, Unitalsi e Gruppo dell’amicizia di Ferrara, le associazioni Papa Giovanni XXIII di Ferrara e di Ravenna.
Bella la sorpresa preparata per il Governatore da Fiorenzo Zannini: un intervento filmato di Daniela Bas direttrice generale della Divisione Politiche sociali e lo Sviluppo dell’ Onu che ha voluto complimentarsi con Marcialis e i rotariani per il progetto. La Bas conosce bene il club organizzatore in quanto fu suo ospite un paio di anni fa svolgendo un’apprezzata relazione, invitata dallo stesso Zannini. L’iniziativa ha avuto come sponsor la Bper.
Alberto Lazzarini