GESTIONE SOVVENZIONI, IL SEMINARIO DI MODENA

Il Tecnopolo di Modena ha ospitato sabato 24 novembre il SEGS (Seminario Gestione Sovvenzioni) organizzato, per l’annata rotariana 2019-20, dal Governatore eletto Angelo O. Andrisano. Al seminario, presieduto dal Governatore Paolo Bolzani, hanno partecipato i 54 Presidenti eletti del Distretto 2072 e numerosi dirigenti distrettuali. In apertura dei lavori Andrisano ha sottolineato l’importanza degli incontri di formazione “…che oltre a fornire maggiore conoscenza sulla organizzazione e gli obiettivi del Rotary, rappresentano essenziali incontri di vita distrettuale e di sviluppo di amicizie personali”. Andrisano ha evidenziato inoltre l’importanza di utilizzare sempre di più le tecnologie informatiche, e in particolare, come strumento di formazione e informazione, My Rotary (https:// my.rotary.org/it). Riguardo alla Rotary Foundation, Andrisano ha invitato tutti a una maggiore conoscenza della sua importanza come organizzazione mondiale senza fini di lucro, nei progetti di servizio in sei aree di intervento ad alta rilevanza uma- nitaria. Il meccanismo finanziario della Rotary Foundation è quello di raccogliere ogni anno fondi dai Club (almeno 100 dollari a socio) per ridistribuirli ai Club e ai Distretti, dopo tre anni, in forma di cofinanziamento per la realizzazione di service rientranti nelle linee di intervento. Tre raccomandazioni hanno concluso la relazione del Governatore eletto “…approfondire la conoscenza della Rotary Foundation; privilegiare le borse di studio internazionali; proporre al cofinanziamento progetti interclub”.
Il PDG Franco Venturi, presidente nell’annata 2019-20 della Commissione Rotary Foundation, ha aperto la parte tecnica del seminario, ribadendo che la buona conoscenza della Rotary Foundation è essenziale per essere “buoni rotariani”, perché centro propulsore delle attività di servizio rotariano. Ha inoltre ricordato che la Fondazione ha sovvenzionato service per oltre 3,7 miliardi di dollari e che è considerata una delle più efficienti organizzazioni umanitarie mondiali (il 91% delle sue risorse vanno a progetti di service).
I presidenti di alcune sottocommissioni della Rotary Foundation, Alberto Azzolini, Luciano Alfieri e Fernando Imbroglini, hanno spiegato i meccanismi per accedere ai contributi della Fondazione: dalla qualificazione del Club, alla presentazione dei progetti da effettuare in linea su My Rotary, alla distribuzione percentuale dei fondi tra District e Global Grant, infine alle tempistiche cui attenersi. Alfieri, responsabile della Raccolta Fondi, ha poi sollecitato l’impegno totale dei Club al versamento di almeno 100 dollari a socio, indicato come obiettivo minimo, e Imbroglini ha sottolineato le regole di gestione e amministrazione dei fondi ricevuti.
Ha concluso la sessione la relazione del PDG Pietro Pasini, attuale Presidente della Commissione Foundation, che, forte della sua lunga esperienza, ha presentato alcuni progetti di successo realizzati in questi anni dai Club e dal Distretto 2072. L’intervento finale è stato affidato al PDG DISCC Paolo Pasini, che ha approfondito alcuni rilevanti aspetti dell’Azione Internazionale. L’evento, ripreso in diretta streaming, è stato seguito da molti soci, alcuni anche oltreoceano