Newsletter Dicembre 2018 – n. 59

01

 

Il Governatore Paolo Bolzani e la moglie Chiara hanno voluto salutare gli amici della squadra distrettuale nella loro Ravenna. Dirigenti Rotariani di tutto il Distretto si sono ritrovati a Sant’Apollinare Nuovo, uno dei gioielli storico-architettonici di Ravenna, decorata con splendidi mosaici, per una visita che ha avuto come guida d’eccezione il bravissimo dott. Nicola Montalbini, che ha saputo illustrare con grande capacità i gioielli artistici contenuti nella basilica, tracciando un preciso excursus storico. Nata come luogo di culto ariano, nel sesto secolo (505) su iniziativa del re goto Teodorico, fu chiesa palatina della corte teodoriciana. L’attuale denominazione della basilica risale al IX secolo, periodo in cui le reliquie del protovescovo Apollinare, a causa delle frequenti incursioni piratesche sulla costa ravennate, per ragioni di sicurezza furono trasferite dalla basilica di Sant’Apollinare in Classe a quella intramuraria di San Martino, che venne rinominata, appunto, Sant’Apollinare Nuovo. La basilica porta i segni tangibili di quest’operazione: la fascia sopra gli archi che dividono le navate era corredata da un ciclo di mosaici con temi legati alla religione ariana. Su iniziativa del vescovo Agnello, il ciclo fu cancellato e la fascia ridecorata ex novo. Conclusa la visita, la squadra distrettuale ha scambiato gli auguri dandosi appuntamento al 2019.

 

02

 

La raccolta fondi “Un ponte di solidarietà per Genova”, a favore delle madri e dei figli che nel tragico crollo hanno perduto il capofamiglia, si è conclusa lo scorso 30 novembre. Il saldo netto della raccolta, a cui ha aderito con entusiasmo anche il nostro Distretto 2072, è di 170 mila euro. “Una cifra importante – commenta Gian Michele Gancia, Governatore del Distretto 2032, che ha lanciato il service – che ognuno di noi ha contribuito a raccogliere e che ci riempie di entusiasmo e di orgoglio di essere rotariani. Ancora una volta di più abbiamo la certezza che insieme possiamo fare del bene a persone disagiate! Sono molto grato a tutti coloro che hanno reso possibile al Distretto 2032 del Rotary International di sostenere nel transitorio le madri e i bambini, che nel tragico crollo del Ponte Morandi hanno perduto il capofamiglia.”

Aggiunge il Governatore Gancia: “L’insieme delle donazioni è formato da contributi di importo molto vario, sono contento perché ciò significa che il Rotary ha interpretato un sentimento dell’animo condiviso da tutti: essere vicini a persone in difficoltà e aiutarli a superare positivamente un momento estremamente delicato della Loro vita. Il Distretto 2032 nei tre mesi della raccolta ha anche distribuito 6.000 t-shirt con il simbolo del ponte. Le donazioni e le richieste delle magliette continuano ad arrivare pur a raccolta conclusa: accettiamo grati questi contributi aggiuntivi, che saranno destinati a realizzare un qualcosa di tangibile, posto a margine della zona rossa del crollo, dedicato sempre ai giovani. Questo service è stato impegnativo ma con l’aiuto di tutti ha avuto un significativo successo.”

 

03

 

Su proposta di Stefano Pala, Presidente del Rotary eClubDuemondi –Distretto 2090, e alla presenza di Gabrio Filonzi, Governatore del Distretto 2090, si è svolto il Primo interclub nazionale dei Rotary eClub d’Italia, nell’ambito del Forum Distrettuale 2090.Entrambi i Rotary eClub del nostro distretto sono stati presenti con i presidenti, Cristina Franchini e Tommaso Pirini, ed alcuni soci.La “e” sta per elettronico e rappresenta una modalità di fare Rotary utilizzando i moderni mezzi di comunicazione, rivolta in particolare a chi, per motivi vari, ha difficoltà a partecipare, con assiduità, di persona alle riunioni.Il Forum Distrettuale 2090 è stato organizzato dal Rotary eClubDuemondi ed ha affrontato il tema: Economia italiana, quali condizioni per la crescita. Tra i relatori,Maily Anna Maria Nguyen, membro della Commissione Progetti dell’eClub Romagna e Responsabile del Desk Emilia-Romagna/Italia in Vietnam di Unioncamere Emilia-Romagna. Il Forum si è concluso con l’intervento di JanMuehlfeit, Former Chairman Europe Microsoft – Global Strategist & Author, stretto collaboratore di Bill Gates per più di 10 anni.

Nel corso della serata, è stato presentato il service I To Eye, che sostiene il sogno di Davide Valacchi, un ragazzo ventisettenne non vedente di Ascoli Piceno, che dal prossimo marzo percorrerà 16.000 km in tandem dalla sua città fino a Pechino. L’obiettivo è quello di sensibilizzare le persone che incontrerà nel suo viaggio, e tutti coloro che lo seguiranno sui social, al fine di aiutare tutti coloro che vivono la disabilità a non essere emarginati.Nell’occasione l’eClubDuemondi gli ha consegnato parte delle attrezzature che gli saranno necessarie per portare a termine l’opera e una lista di contatti dei Rotary Club che incontrerà sul suo percorso, affinché possano conoscere e sostenere attivamente l’iniziativa.

 

04

 

Straordinario concerto di Ian Anderson, storico leader dei Jethro Tull, che ha duettato con Andrea Griminelli nella Basilica della Ghiara, a Reggio Emilia, organizzato dal Rotary Club Reggio Emilia Val di Secchia. Folto e attento pubblico per una serata d’eccezione, da tempo sold out, che il Rotary ha voluto donare alla città per celebrare i 400 anni della basilica con un service che andrà a favore del quadricentenario. I festeggiamenti si terranno da aprile a dicembre 2019. “Bravi il Presidente Alberto Cadoppi e il Rotary Club Reggio Emilia Val di Secchia – Ha commentato il Governatore Paolo Bolzani, che ha presenziato al concerto-. Bellissima serata con i flauti di Ian Anderson e di Andrea Griminelli. Wow!..e Zucchero tra il pubblico..! Ottima idea per onorare i 400 anni della Basilica della B. V. della Ghiara di Reggio Emilia ed i lavori eseguiti. Musica e musicisti d’eccellenza, beni culturali e luoghi di culto d’eccezione… Rotary, Be the inspiration!”

 

 

05

 

Nella chiesa di Santa Maria Ausiliatrice, a Rimini, è stata ricollocata la lapide che i profughi veneti – sfollati nella città romagnola durante laPrima guerramondiale – lasciarono come ricordo del loro esodo.La stele, distrutta all’inizio degli anni Sessanta del Novecento durante i lavori di ampliamento del tempio, è stata recuperata e ricollocata a cento anni dalla sua posa, per iniziativa del Rotary Club Rimini e con il consenso dei padri salesiani che, dal 1919, hanno in affidamento la chiesa.
La cerimonia, si è svolta alla presenza del vicesindaco di Rimini Gloria Lisi, del professor Manlio Masini, direttore di “Ariminum”, che ha curato il recupero della stele, del presidente del Rotary Club Rimini Fabio Scala e di una delegazione del Rotary Club Venezia composta da past-president Marilena Morino e dal Presidente nominato (2020/2021) Tonino Beccegato.

 

06

 

Serata rotariana d’eccezione, con tanto di delitto sventato all’ultimo momento, al Castello della Mesola. Organizzata da Gianni Serra, che per l’occasione ha rivestito i panni non solo di presidente del Club Comacchio, ma pure quelli di scrittore e di regista teatrale, la serata, alla quale hanno partecipato un centinaio di soci di vari Club dell’area Estense, s’è rivelata un vero successo. La serata s’è svolta in un crescendo di suspence e di attese. Dopo la conviviale, infatti, preceduta da un sapiente gioco di suoni e di luci, è entrata in scena una compagnia di teatranti composta da soci e consorti del Club ospitante che, in sfarzosi abiti orientali, hanno rappresentato il drammatico tentativo d’avvelenamento del Sultano da parte del perfido Ahmed, il Capo Guardiano del suo harem. Al tavolo di commensali che meglio ha saputo descrivere il complesso intreccio, e che così più si è avvicinato alla soluzione del malefico piano, è andato un meritato premio: un invito a cena presso un noto ristorante di Ferrara. Va ricordata infine l’immancabile valenza rotariana che si è voluto dare alla piacevole serata. La somma raccolta, infatti, è stata destinata a “Il Mantello Pomposa”, l’emporio solidale sorto di recente a Codigoro, dove persone o famiglie in difficoltà possono procurarsi beni di prima necessità in maniera del tutto gratuito ed accessibile.

 

07

 

Ha spento settanta candeline il Rotary Club Ferrara, festeggiati alla presenza del governatore Paolo Bolzani.Uno dei principali obiettivi del RC Ferrara, guidato quest’anno da Giorgio Merlante, riguarda il mondo giovanile, verso il quale il club proporrà iniziative volte a far conoscere le opportunità di studio presenti nella nostra città, facendole combinare con le esigenze reali delle aziende. Saranno coinvolti il Liceo scientifico e l’Istituto Tecnico presso il Tecnopolo dell’Ateneo ferrarese.

Unitamente ad altri Rotary Club dell’area estense è stato presentato anche un progetto, molto ambizioso, legato alla valorizzazione di aree della comunità ferrarese, attraverso l’individuazione di un modello di sviluppo sia economico-finanziario che di effettiva fruibilità funzionale dell’area “Destra Po”. Al riguardo, si sta valutando la predisposizione di una cabina di regia con individuazione di soggetti pubblici e privati da coinvolgere. La realizzazione del progetto è prevista a step, con individuazione delle risorse e dei tempi nonché del piano di conservazione e mantenimento ed eventuale ampliamento dell’iniziativa.

 

08

 

Una bella iniziativa di solidarietà è stata organizzatadal Rotary Bologna Galvani: uno spettacolo teatrale che si terrà mercoledì 23 gennaio, alle 21, al teatro del Meloncello, in via Curiel 22, a Bologna. La serata ha lo scopo di raccoglierefondi destinati alle attività di ricerca dell’Associazione Ageop che assiste i bambini malati di tumore e leucemia. Tutto l’incasso dello spettacolo “Quando va tutto in fumo” verrà devoluto all’Ageop. La compagnia teatrale Gruppo Teatro Viola Lab, protagonista della serata, è formata da bravissimi attori dilettanti. Una serata diversa dalle altre all’insegna anche della solidarietà.

 

09

 

L’Aula Magna dell’Istituto Volta Fellini di Riccione ha ospitato la 31° edizione del Premio Rotary Scuola, organizzato come ogni anno dal RC Riccione-Cattolica. Presente all’iniziativa anche il Governatore Paolo Bolzani.

Gli interventi, aperti dal presidente del RC Riccione-Cattolica Gabriele Cenerini, hanno posto in evidenza come lamanifestazione voglia essere una festa riservata ai giovani, nella quale vengono premiati l’impegno,la volontà e la dedizione allo studio.La relazione introduttiva al Premio (”La visione e l’intelligenza artificiale.Il lavoro del futuro”) è stata tenuta dalla professoressa Rita Cucchiara,dell’Università di Modena –Reggio Emilia,coordinatrice del gruppo di studio di 50 Ateneiitaliani sulle intelligenze artificiali. E’ poi intervenuto Angelo Andrisano, rettore dell’Università’ di Modena-Reggio Emilia e Governatore incoming.

A 26 diplomati con il massimo dei voti, 100/100, è stato conferito l’attestato di benemerenza per meriti scolastici. Ai migliori in assoluto di ogni scuola (Marco Cruciani per il Liceo Scientifico Volta di Riccione, Elisa Castiglioni per il liceo Artistico Fellini di Riccione, Sofia Giorgi per l’Istituto Alberghiero Savioli di Riccione, Noemi Massini per il Liceo Linguistico San Pellegrino di Misano e Andrea Giulianelli per l’Istituto Gobetti di Morciano) è stata anche assegnata la borsa di studio Rotary Scuola Riccione-Cattolica.

 

10

 

Una numerosa delegazione di motociclisti del gruppo “Bikers Fuorilegge”, tra cui Maurizio Tabanelli, il presidente del Rotary Club Lugo e Roberto Fagnani, assessore del Comune di Ravenna, entrambi biker del gruppo, in costume da Babbo Natale e con i sacchi di ordinanza, hanno portato doni, magliette, giochi e peluches, ai bimbi, ai ragazzi ed alle ragazze ricoverate nel Reparto di Pediatria dell’Ospedale Santa Maria delle Croci di Ravenna ma, soprattutto, hanno portato una bella ventata di allegria e di spensieratezza.Una magnifica Harley Davidson è stata trasportata addirittura in corsia e parcheggiata vicino all’albero di Natale, per consentire a bimbi ricoverati, a genitori, fratelli e sorelle, di farsi fotografare in sella alla moto.Il gruppo ha poi regalato al reparto anche due sofisticate bilance di precisione acquistate, così come i doni, con fondi dei club e di altri sponsor privati (Pace Srl, Ala D’Oro, Asiagem Lugo e degli stessi motociclisti) e consegnandole con una breve e simpatica cerimonia informale, corredata dalle foto di rito, al team di medici ed infermieri che per qualche minuto si sono potuti sottrarre alla loro intensa, impegnativa e lodevole attività.

All’iniziativa hanno aderito il Rotary Club di Lugo, insieme al proprio Comitato Consorti, il Rotary Club Galla Placidia e il Rotary Club Ravenna.