SPORT E DISABILITA’, CONVEGNO A SCANDIANO

Giochiamo Anche Se Triboliamo (GAST): è raccolto qui, nel significato dell’acronimo di una delle tante associazioni che il 6 aprile, a Scandiano, hanno partecipato al convegno organizzato dalla Commissione disabilità del Distretto 2072, il senso dell’incontro, che aveva come obiettivo sottolineare l’importanza e i benefici che un’attività ludico-sportiva può ricoprire nella vita dei disabili.
La location, scelta dal PDG Maurizio Marcialis, Presidente della Commissione, come sede dei lavori, è un coronamento dell’impegno e dell’attenzione che la provincia di Reggio Emilia, come hanno testimoniato il Sindaco di Scandiano, Alessio Mammi ed Elisabetta Genovese dell’Università di Modena Reggio, ha sempre prestato nel campo del sociale. La cittadina vanta la creazione del primo centro pubblico rivolto agli autistici, la locale Università ha creato corsi di e-learnig e tutoraggio per integrare le offerte formative rivolte a studenti disabili oltre ad avere istituito il primo master con insegnamento a distanza, che ha permesso a tanti insegnanti di conoscere e applicare le migliorie strategie nel campo dell’autismo.
Esiste un forte legame, ha evidenziato Giacomo Cibelli presidente del GAST, tra le competenze che si possono acquisire con un’attività sportiva e l’apprendimento che può migliorare la qualità della vita dei disabili. Le Associazioni del territorio offrono una vasta offerta di attività partendo dal nuoto, dall’ability-gin per giungere allo sci e alla corsa dove vengono affrontate discese e maratone spingendo carrozzine modificate che permettono di vivere la montagna e la natura anche in presenza di gravi disabilità.
Come evidenziato dalla Presidente di Aliante onlus, Liana Baroni, il movimento e il gioco vengono accolti favorevolmente, creando un effetto positivo, stimolando le attività celebrali e portando a miglioramenti nelle capacità di movimento. Elia Antonacci, del RC Bologna Ovest, in sostituzione della presidente del Sitting Volley Monica Tartaglione, ha presentato con due giocatori le attività di queste squadre e i positivi risultati già ottenuti con precedenti tornei, sostenuti da diversi Rotary Club del Distretto 2072. Le squadre di basket in carrozzina hanno, invece, potuto dare una dimostrazione pratica, durante la competizione del pomeriggio nel locale palazzetto, premiata dal Trofeo Rotary San Giorgio di Piano Giulietta Masina.
Importante assieme all’attività fisica resta sempre tutto ciò che può garantire un miglior stato di salute ed è infatti con orgoglio rotariano che l’Assistente del Governatore dell’area Emiliana 1, Gianandrea Degola, ha ricordato durante i suoi saluti che il mondo, grazie all’impegno del Rotary, è stato quasi reso libero e immune dalla Polio.
L’attività ludico-motoria può, infine, ha ricordato Salvatore De Franco del Rotary Reggio Emilia Terre di Matilde, migliorare la qualità della vita e dell’invecchiamento. Punto centrale e di grande interesse del convegno è stata la presenza di Yasmeen Al-Najjar, accompagnata dalla ex Vicepresidente del Parlamento Europeo on. Luisa Morgantini, la quale, nonostante la perdita di una gamba a 3 anni, a soli 22 anni, ha già scalato il Kilimangiaro e ora sogna la conquista dell’Everest.
Al termine del convegno, Maurizio Marcialis ha premiato, per il loro impegno e la loro attività, le associazioni intervenute. L’appello finale rivolto dal Presidente dell’Anmic (Associazione Nazionale Mutilati Invalidi Civili), Gabriele Cuzzocrea, insieme alla promessa di continuare e migliorare ancora di più il loro impegno, è stato quello di unire le forze delle Associazioni perché la collaborazione e la condivisione possano raddoppiare i risultati ottenuti.
Gloria Bonvicini