Il REGOLAMENTO DEL DISTRETTO INTERACT MARCO BIAGI 2072

Il REGOLAMENTO DEL DISTRETTO INTERACT MARCO BIAGI 2072 EMILIA ROMAGNA E REPUBBLICA DI SAN MARINO.

Approvato in data 14/6/2014 dal Governatore del Distretto Rotary 2072 per l’A.R. 2013-14 Giuseppe Castagnoli su proposta della Sottocommissione Distrettuale Rotary per l’Interact.

Articolo 1 – Il Distretto Interact 2072 Marco Biagi
Il Distretto Interact Marco Biagi 2072 Emilia Romagna e Repubblica si San Marino, per brevità denominata Distretto Interact 2072, è un’organizzazione di tipo Distrettuale alla quale appartengono tutti gli Interact Club patrocinati dai Rotary Club del Distretto 2072 del R.I.Essi, ed ognuno dei loro soci, sono tenuti ad osservare ed a far rispettare il seguente Regolamento.

Articolo 2 – Confini
I confini di competenza di tale organismo coincidono con quelli del Distretto 2072 del R.I.;

Articolo 3 – Scopo
Il Distretto non persegue alcuno scopo di lucro e tende in particolare al conseguimento delle seguenti finalità:
a) curare e vigilare sul rispetto degli obiettivi fondamentali dell’Interact stabiliti dal Rotary International;
b) favorire il coordinamento delle attività del Club promuovendo iniziative comuni;
c) incrementare i rapporti di amicizia e di collaborazione fra i Club del Distretto;
d) tenere e favorire i rapporti di collaborazione con gli altri Distretti Interact;
e) Incoraggiare ogni club Interact ad impegnarsi in almeno due progetti di servizio l’anno: uno a beneficio della scuola o della comunità e l’altro per promuovere la comprensione internazionale
f) organizzare in collaborazione colla Sottocommissione Distrettuale Interact convegni e giornate formative, in particolare il RYPEN annuale Rotary Youth Program of Enrichment

Articolo 4 – Anno sociale
L’anno sociale del Distretto Interact 2072 corrisponde a quello del Distretto 2072 R.I., (inizio il 1° luglio di ogni anno, termine il 30 giugno dell’ anno successivo).
I club del Distretto osserveranno lo stesso calendario. Qualora venissero fondati dei club su base scolastica l’inizio dell’anno sociale coinciderà con l’apertura dell’anno scolastico medesimo.

Articolo 5 – Direttivo Distrettuale
L’organo Dirigente del Distretto Interact è il Direttivo Distrettuale formato da:
• Rappresentante Distrettuale (di seguito RD), eletto secondo le modalità di cui al successivo art 7
• Segretario e Tesoriere Distrettuale (SD)
• due Delegati di Zona – DZ (uno per le province di Parma, Reggio nell’Emilia, Modena, Bologna e Ferrara e uno per Ravenna, Forlì- Cesena, Rimini e Repubblica di San Marino);
• Past RD
• RD eletto
• Prefetto

La nomina del Segretario Distrettuale e dei Delegati di zona è di competenza del Rappresentante Distrettuale, su proposta dei Club Interact, e deve essere approvata dal Governatore del Distretto.

Articolo 6 – Compiti dei componenti del Direttivo Distrettuale
I Componenti del Direttivo Distrettuale avranno i seguenti compiti:
a) Rappresentante Distrettuale: mantiene i rapporti con il Governatore Distrettuale e con il Presidente della Commissione Distrettuale Rotary per l’Interact, attenendosi alle relative direttive; segue con opportuni contatti l’attività dei Club del Distretto, indirizzandoli ed incoraggiandoli ad ampliare i loro programmi di servizio; coordina la realizzazione dei progetti distrettuali, aiutando gli interactiani coinvolti; segue la fase di avviamento dei nuovi club coadiuvando (direttamente o tramite i delegati di zona) il Rotary padrino; promuove, presso i club, le attività relative alla settimana mondiale interact e con la Sottocommissione Distrettuale Interact organizza il Rypen annualmente;
b) Segretario e Tesoriere Distrettuale: custodisce i documenti del Distretto che, al termine del mandato consegna al suo successore; invia le comunicazioni ai club, redige i verbali delle riunioni a livello Distrettuale e degli incontri con i club ai quali partecipa unitamente al RD e/o ai Delegati di Zona, in qualità di Tesoriere gestisce i fondi distrettuali provenienti dalle quote annuali dei singoli club;
c) Delegati di Zona: svolgono funzioni di collegamento fra il RD ed i club del territorio di loro competenza con i quali mantengono assidui contatti;
d) Past Rappresentante Distrettuale: è l’elemento di continuità nella gestione del Distretto. Collabora, quando richiesto, con il RD in carica avvalendosi della esperienza maturata nell’incarico di Rappresentante Distrettuale;
e) RD Eletto: entra a far parte del Direttivo Distrettuale trascorsi 15 giorni dalla comunicazione del suo nominativo ai Presidenti dei club del Distretto da parte del RD. Dovrà partecipare attivamente alle attività del Direttivo al fine di acquisire le competenze necessarie per il successivo svolgimento del mandato di RD;
f) Prefetto e responsabile comunicazione e siti: si incarica di dell’organizzazione delle riunioni distrettuali e dei rapporti con i responsabili delle comunicazione e dei siti del Distretto Rotary 2072

Articolo 7 – Elezione del Rappresentante Distrettuale
• I candidati devono aver presieduto o essere Presidenti in carica di un club Interact del Distretto. Preferibilmente dovrebbero frequentare non oltre il terzo anno della scuola secondaria e non aver superfato i limiti di età previsti per l’affiliazione ad un Club Interact. Il club di appartenenza deve essere in perfetta regola secondo ogni aspetto:
• Ove possibile, nella scelta della candidature, sarebbe opportuno seguire un criterio di alternanza fra I vari Club del Distretto;
• Entro il 30 ottobre di ogni anno e previe intese con il Presidente della Commissione Rotary per l’Interact, il Rappresentate Distrettuale chiede ai club del Distretto di proporre, non oltre il 20 novembre (data accertata), le proprie candidature (ogni club può proporre al massimo un candidato);
• La proposta di candidatura, sottoscritta dal Presidente del Club proponente, controfirmata dal Presidente del Rotary padrino e corredata dal curriculum scolastico ed interactiano del candidato, deve essere inviata per posta ordinaria (con preavviso e-mail) al Rappresentante Distrettuale ed al Presidente della Commissione Rotary per l’Interact e, per conoscenza, al Governatore in carica e al Governatore eletto;
• Il Rappresentante Distrettuale, unitamente al Presidente della Commissione rotariana per l’Interact, esamina le proposte pervenute ed individua il candidato ritenuto più idoneo. Il nominativo prescelto dovrà essere comunicato al Governatore in carica ed al Governatore eletto per il loro parere;
• Ottenuto tale parere (tramite il Presidente della Commissione Rotariana per l’Interact), il Rappresentante Distrettuale comunicherà la scelta operata ai presidenti dei club del Distretto entro il termine del 15 dicembre. Trascorsi 15 giorni dalla comunicazione, il RD eletto entrerà a far parte del Direttivo Distrettuale e verrà presentato ai Club in occasione della prima Assemblea Distrettuale;
• Qualora, alla data del 1° dicembre, non fossero pervenute candidature, la scelta verrà operata dal Governatore in carica previe intese con il Governatore Eletto, il Presidente della Commissione Rotary per l’Interact ed il RD.
• Ultimate tutte le procedure previste dal presente articolo, il nome del RD dovrà essere comunicato entro il 31 dicembre al Rotary International, a cura del presidente della Commissione Rotariana per l’Interact, attraverso la scheda “Rappresentante Distrettuale Interact”

Articolo 8 – Affiliazione
L’affiliazione ad un club Interact termina il 30 giugno successivo al compimento dei 18 anni. Il RD ed il Presidente di Club che compiono il diciottesimo anno nel corso del loro mandato rimarranno nell’Associazione fino al 30 giugno dell’Anno sociale successivo;

Articolo 9 – Settimana Mondiale Interact e RYPEN
I club sono tenuti ad organizzare, in comune con i Rotary padrini, idonee attività per celebrare la “Settimana Mondiale Interact (quella che comprende il 5 novembre), comunicando al RD ed al Presidente della Commissione Rotary per l’Interact l’attività svolta (la comunicazione può avvenire con l’inoltro della copia del previsto modulo di segnalazione al RI).
Inoltre il Rappresentante Distrettuale collaborerà con la Commissione Distrettuale Interact e per l’organizzazione del Rypen annuale, promuovendone la partecipazione attraverso I Clubs e nelle scuole.

Articolo 10 – Incontri a livello Distrettuale ed interdistrettuale
Annualmente deve essere organizzata un’Assemblea Distrettuale Interact alla quale deve essere data ampia pubblicità al fine di sollecitare la partecipazione degli interactiani. Tale incontro dà ai partecipanti l’opportunità di scambiare idee ed informazioni, valutare i progetti realizzati a livello distrettuale, pianificarne altri, rafforzare lo spirito di gruppo ed i legami di amicizia. Nel corso dell’Assemblea dovrà essere lasciato spazio adeguato ai club per la presentazione dei loro progetti. L’organizzazione dell’assemblea è a cura della Commissione Rotary per l’Interact con la collaborazione del RD.
Dovrà essere inoltre agevolata la partecipazione degli interactiani del Distretto al Congresso Nazionale Interact.e al Congresso Distrettuale Rotary 2072.

Articolo 11 – Comunicazioni al Rotary International
Il Segretario del Distretto deve sollecitare annualmente ai club, prima della data prevista, l’invio al Rotary International della scheda “Dirigenti entranti Interact”. Analogo promemoria dovrà essere inviato ai Rotary padrini a cura della Commissione Distrettuale Rotary per l’Interact;

Articolo 12 – Gestione dei Rischi e rappresentanza
La sorveglianza sulle attività svolte dai club Interact spetta al Rotary padrino e alla Sottocommissione Distrettuale Interact. Alle riunioni del club patrocinato devono sempre presenziare uno o più rotariani a seconda delle necessità.. Ai rotariani presenti compete di sorvegliare attentamente anche al fine di evitare abusi di ogni genere. Ai club padrini è raccomandato di adottare un idoneo piano di prevenzione dei rischi;
La rappresentanza del Club Interact compete al Rotary padrino, tenuto conto dell’età degli interactiani, che sono minorenni.

Articolo 13 – Applicazione
Il presente regolamento si applica a tutti gli Interact Club del Distretto 2072 R.I. ed ai relativi soci.
Per gli aspetti di loro competenza sono tenuti al rispetto di quanto previsto dal Regolamento anche i Rotary padrini, i Rotariani coinvolti nel programma Interact, i Delegati scolastici,il Presidente e componenti della Sottocommissione Distrettuale Interact, I Genitori e I volontari coinvolti nelle attività del programma.

Articolo 14 – Entrata in vigore
Il presente regolamento entra in vigore il giorno della sua approvazione da parte del Governatore Rotary del Distretto 2072 Emilia Romagna e Repubblica di San Marino. Eventuali emendamenti, successivamente proposti dalla Sottocommissione Distrettuale Interact, dovranno essere approvati dal Governatore in carica al momento della proposta.

Articolo 15 – Rinvio normativo
Per quanto non espressamente previsto dal presente regolamento si applicano le norme previste dal manuale di procedura vigente, dal Manuale Interact, e dai Principi e norme regolanti il programma Interact formulati dal Consiglio Centrale del Rotary International.

Articolo 16 – Sede
La sede del Distretto Interact 2072 “Marco Biagi” Emilia Romagna e Repubblica di San Marino viene eletta presso la sede del Distretto Rotary 2072 R.I. attualmente in Via Collegio di Spagna 7 in Bologna.

Nota: Il presente Regolamento è stato approvato all’unanimità dai Clubs Interact presenti alla prima riunione distrettuale Interact 2072 Marco Biagi, svoltasi in Bologna il 14 giugno 2014 ore 11-12,30, su relazione accompagnatoria di Mauro Neri Del Nero membro della Sottocommissione per l’Interact del Distretto Rotary 2072

Firmato:

Giuseppe Castagnoli Governatore 2013 / 2014 Distretto 2072 R.I.

Mario Pantano Presidente della Sottocommissione Distrettuale Interact 2072