Il Governatore visita l’ultimo Club: R.C. Bologna e fa il bilancio delle 55 giornate

Martedì 10 dicembre 2019 – Bologna, Circolo della Caccia

Martedì 10 dicembre il Governatore Angelo O. Andrisano ha terminato il giro di visite ai 55 Club del Distretto 2072, con l’incontro al suo Club, il Bologna ed ha tracciato anche il bilancio di questa bellissima esperienza.

La sintesi delle 55 visite con l’intervista di Alessio De Giuseppe

Il Governatore del Distretto 2072 per l’anno rotariano 2019-2020, nonché Socio del Rotary Club Bologna, Prof. Angelo O. Andrisano, introduce la conferenza ricordando come il suo compito sia quello di veicolare le comunicazioni ai vari Club del Board Internazionale.

Questi gli argomenti sviluppati dal Governatore:

presa d’atto di una grande varietà di declinazioni del ‘fare Rotary’ da parte dei Club, mentre invece l’attuale tendenza è di rivolgersi verso una maggiore portata dell’attività di servizio;

necessità di riflessione e di buon senso da parte dei Club per predisporre l’orientamento rotariano verso nuovi importanti scenari;

disponibilità al servizio assegnando maggior importanza al coinvolgimento familiare;

previsione di attivare molte iniziative a favore della sostenibilità ambientale, anche in relazione alla celebrazione nel 2020 del 75° anniversario dell’ONU, nella cui sede il Rotary International ha un seggio;

economia circolare, start up e spin off, come azioni da consolidare: a Parma, città della Cultura 2020, sono previste iniziative sull’economia circolare; i corretti stili di vita (contro alcool, droghe, obesità, doping) e altre tematiche rotariane quali l’istruzione e la comunicazione sono argomenti da sviluppare;

esortazione da parte dello stesso Board a coinvolgere i giovani e il genere femminile in quanto a breve si potranno determinare grandi problemi nella composizione tradizionale dei Club.

Il Governatore conclude ricordando come il Distretto stia lavorando con impegno per organizzare a Rimini, nel 2026, la Convention Mondiale dell’anno rotariano 2025-26 e conseguentemente realizzare un’occasione di connessione tra tutti i partecipanti in Italia.

La visita al Club Bologna: l’intervista di Alessio De Giuseppe