Newsletter Novembre 2019 – n. 68

01

Lettera di novembre (mese della Fondazione Rotary)

Carissimi,

siamo reduci da Catania, sede che ha ospitato il GETS, seminario di formazione per i Governatori eletti, e l’Institute, momenti di impegno formativo e informativo, organizzati quest’anno da Francesco Arezzo, membro del board internazionale; abbiamo potuto incontrare il presidente internazionale Mark D. Maloney, in un contesto veramente incredibile sia per la bellezza dei luoghi, sia per la meravigliosa ospitalità degli amici siciliani: un’ occasione interessante di confronto in cui è stata ampiamente confermata la sua linea di programma, già enunciata a San Diego a gennaio, e in cui è stata annunciata la sua prossima presenza in Italia, a Roma, il 7 e 8 maggio per celebrare la piena intesa tra Rotary e Nazioni Unite.

Leggi articolo >

02

IDIR/SEFR (Istituto Distrettuale di Istruzione Rotariana / Seminario Rotary Foundation) 2019/20 del Governatore Angelo Oreste Andrisano ha avuto i contenuti più coerenti con la sua denominazione.

Ci siamo ritrovati a Reggio Emilia nell’Aula Magna di UNIMORE, l’Università di Modena e Reggio Emilia di cui il nostro Governatore è Rettore, in un luogo perciò consacrato alla conoscenza e il programma è stato centrato sulla trasmissione ai soci del Distretto, attraverso i rappresentanti dei Club che hanno partecipato all’evento sia direttamente che in streaming, della conoscenza delle attività principali in atto da parte dei Club e dell’attività delle principali Commissioni Distrettuali.

Leggi l’articolo >

03

Il bolognesissimo Pupi Avati, regista di fama mondiale, ha letteralmente entusiasmato i rotariani di quattro Club del gruppo Felsineo accorsi in gran numero presso il Savoia Hotel Regency, per ascoltare le parole del “Maestro”, titolo sintetico che riassume l’essenza artistica di Pupi Avati; dopo le prime battute dell’intervista del critico cinematografico Andrea Maioli, il “Maestro” ha risposto con un fiume di parole trascinando l’uditorio nel mondo fantastico, e pur reale, del suo cinema.

Leggi l’articolo >

04

Sempre in prima linea in favore della comunità: Colletta alimentare, RotarAct 17 novembre e RotarActing 23 novembre

05

La collezione dei gagliardetti di club italiani e di tutto il mondo disposta lungo le pareti della sede dei cinque più antichi club bolognesi, e del Distretto 2072, è arricchita da qualche giorno dall’insegna del Rotary Club di Chicago.

È stata portata da Mario Fuzzi, socio del Bologna Sud, che l’ha ricevuta facendo uno scambio in occasione di una sua visita di lavoro a Chicago. Mario Fuzzi, infatti, secondo il genuino stile rotariano, non manca, quando gli è possibile, di frequentare il Rotary anche quando è in viaggio.

Come sappiamo tutti, il club di Chicago è un club speciale con una storia unica e particolare, tanto che viene definito operativamente come il Rotary/One perché è proprio il club che, nel 1905, fu per primo costituito da quel piccolo gruppo di uomini d’affari che dette vita al nostro sodalizio.

Leggi l’articolo >

06

Tiziana Casadio, Presidente dell’E-Club Romagna per l’annata 2019-2020 ci racconta la sua esperienza nel vedere realizzato il Global Grant in favore delle popolazioni della Regione di Salta in Argentina; poche parole, significative, commoventi. Il Rotary è anche questo.

Abbiamo un sogno nel cassetto:

“Aiutare Funima ONLUS  a realizzare un pozzo per il rifornimento di acqua potabile nella regione di Salta (Argentina).”

Un giorno, per caso …, ho conosciuto Giovanni Bongiovanni (Presidente della ONLUS FUNIMA International), mi sono piaciute le attività della associazione, la missione e la vision, ma ciò che più mi ha colpito è la sua sana energia. Inizialmente avevo pensato di collaborare come volontaria per 2 o 3 settimane in un progetto in Argentina/Uruguay; in seguito è nata l’idea di partecipare attivamente, sia con la presenza fisica ma anche con i fondi ad un loro specifico progetto. Il Direttivo del eClub Romagna approva l’idea e nasce quindi il Global Grant, per noi un progetto ambizioso, ma una volta realizzato sarà veramente un importante traguardo per il nostro eClub e un buon inizio per fare altri progetti internazionali.
Leggi articolo >

07


Il Rotary Club Valle del Rubicone quest’anno ha intrapreso un percorso impegnativo ma di grande prestigio per tutti i soci: “Lo scambio giovani”. Dice Michaela Rodosio coordinatrice dell’iniziativa ed ex presidente del Rotary Club Valle del Rubicone: “Si tratta di un programma dedicato ai giovani frequentanti il quarto anno della scuola superiore ospiti di una famiglia in un altro Stato. Ogni Rotary Club ha la possibilità di essere il tutor di un ragazzo italiano che va in un altro Stato, studiando e girando il Paese che lo ospita”. Per la prima volta ha fatto visita nella sede presso la Locanda Antiche Macine sulle colline di Savignano Madeline D`Halluin, 17 anni, nata a Tourcoing, in Francia, che vive in Belgio. Partecipa al programma internazionale di scambio studentesco “Rotary Youth Exchange” gestito dal Rotary International.

08


Al Padiglione delle Feste di Castrocaro Terme (FC) si è svolta la sfilata di moda di beneficenza organizzata dal Gruppo Consorti del Rotary Club Forlì, guidato da Patrizia Mazza, in collaborazione con il Rotaract. Il ricavato dell’iniziativa, 5.400 euro, è stato devoluto al Progetto Margherita dell’Istituto Oncologico Romagnolo (Ior) “La mia mamma è bellissima” con lo scopo di offrire gratuitamente parrucche a donne che affrontano la chemioterapia. L’assegno è stato consegnato al prof. Dino Amadori, presidente dello Ior e direttore scientifico emerito dell’Irst, Istituto scientifico romagnolo per lo studio e la cura dei tumori. A sfilare in passerella sono stati soci e consorti del Rotary, giovani del Rotaract, vari personaggi dello sport fra cui la campionessa di pugilato Simona Galassi, rappresentanti di diverse realtà. Alla manifestazione, presentata dall’attore, doppiatore, speaker e conduttore tv, Davide Fonte, con la regia di Roberta Malmusi, erano presenti, fra gli altri, il sindaco di Forlì, Gian Luca Zattini, quello di Castrocaro, Marianna Tonellato, che ha partecipato alla sfilata, Lucia Magnani, Ad della LongLife Formula, Ettore Sansavini, presidente di GVM Care & Research. Il Gruppo Consorti del Rotary Club Forlì, inoltre, ha recentemente organizzato a Casa Artusi a Forlimpopoli un incontro con Barbara Ronchi della Rocca, giornalista televisiva e scrittrice, che è intervenuta su “Il galateo 2.0”. Le iniziative del Gruppo Consorti sono state presentate dal presidente del Rotary Club Forlì, Rinaldo Biserni, durante la conviviale con il Governatore distrettuale, Angelo Oreste Andrisano, al Grand Hotel di Castrocaro l’8 ottobre.

09

Il Governatore del Distretto 2072, Angelo Oreste Andrisano, ha incontrato il Rotary Club Forlì durante la conviviale che si è svolta l’8 ottobre al Grand Hotel di Castrocaro Terme. La visita del Governatore è stata l’occasione per presentare le attività del sodalizio, i service da realizzare e quelli già svolti, nonché il programma del presidente 2019-2020, Rinaldo Biserni. Fra i progetti è stato illustrato il restauro conservativo della facciata della basilica di San Mercuriale, in piazza Saffi, i cui lavori sono attualmente in corso. Si tratta di un service alla città, realizzato in due annate, che il Rotary Club Forlì ha offerto in occasione del suo 70° anniversario in collaborazione con la Parrocchia di San Mercuriale e la Diocesi di Forlì-Bertinoro. Prima della conviviale il Governatore ha incontrato, fra gli altri, il Presidente e il Segretario, il Consiglio direttivo, i responsabili delle commissioni, i rappresentanti di Rotaract e Interact.

10

Grande successo per la prima edizione del raduno di auto classiche promosso dal Distretto Rotary 2072 e dall’Araci (la fellowship, l’associazione dei rotariani appassionati appunto di auto storiche).
L’iniziativa, che si è svolta sulle strade del Basso Ferrarese da venerdì 25 a domenica 27 ottobre, ha avuto come organizzatore un rotariano coi fiocchi: Terenzio Motta, del club di Copparo che nella serata inaugurale ha fatto da capofila dei Rotary dell’Area Estense.
Ma andiamo con ordine: una ventina di equipaggi composti da rotariani provenienti da molte regioni si sono dati appuntamento alla Concessionaria Peugeot di Ferrara dove è stata servita una splendida cena, il venerdì sera, alla presenza di numerosi soci dei sette club estensi. Anche qui, Terenzio, perfetto padrone di casa (con a fianco la moglie Katia, i figli e i collaboratori d’azienda), ha illustrato l’iniziativa attorniato da tutti i sette presidenti dei sodalizi estensi e dai presidenti nazionale e distrettuale della fellowship, rispettivamente Giuseppe Giaconia del RC Palermo Baia dei Fenici, con signora Florio, e Daniele Antinucci RC Bologna Valle del Samoggia. Ma la serata era… doppiamente particolare perché alla citata fellowship automobilistica si è aggiunta quella dei gourmet rotariani che vede come portabandiera un altro attivissimo socio rotariano: Gian Luigi Mazzoni presidente del RC San Giorgio di Piano.

11

Pubblichiamo l’intervento, tenuto in Prefettura nell’ottobre scorso, dalla rotariana Maria Grazia Palmieri che, insieme ad altri soci Rotary, appartiene alla Consulta tra Antiche Istituzioni Bolognesi

La storia a volte ci passa vicino e non la riconosciamo nella sua essenza e nel suo valore. In Via Castiglione a Bologna, a fianco del Palazzo della Mercanzia, una vetrina espone le insegne di alcune corporazioni medievali, che la maggioranza di noi non ha notato, o ha notato distrattamente. Tra queste c’è quella della Compagnia dell’Arte dei Brentatori, nata nel 1250, riconosciuta legalmente nel 1407, soggetta a cambiamenti di statuto, e regolamenti comunali e pontifici e quindi eliminata dall’economia bolognese come tutte le altre corporazione, da Napoleone Bonaparte nel 1800. E’ rimasta sospesa in un limbo e nel ricordo degli storici sino al 1970, quando un albergatore bazzanese, Vittorio Rocchi, decise di farla rinascere. Oggi il maestro, o presidente della Compagnia, è chi sta scrivendo questo articolo, Maria Grazia Palmieri, rotariana come altri brentatori della Compagnia, nella quale ci sono anche alcune consorti di altri soci appartenenti al Rotary. La Compagnia ha l’onore di portare avanti la tradizione e la storia dei nostri territori, e di trasmettere il bere vino in modo consapevole, senza mai eccessi. Questi obiettivi insieme all’amicizia, sono il filo conduttore e super partes che punta ad unire popoli lontani per storia e vissuto. E per questo oltre ad un Trebbo o delegazione, in Svizzera che esiste da quasi 50 anni,ne è stato aperto uno da 2 anni in Finlandia e uno da pochi mesi in Oregon. Con la finalità di portare ancora la voce e gli obiettivi della Compagnia dell’Arte dei Brentatori all’estero e in Italia, in nuovi Trebbi.

12


Ecco le ultime notizie dai nostri club:
Copparo Alfonso II d’Este, Brescello Tre Ducati, Reggio Emilia Terra di Matilde, Bologna Galvani.

13

Prosegue la pubblicazione delle interviste di “Uno di noi”. Cerchiamo di capire chi siamo e perché il nostro “essere rotariani” è così importante, tanto da permeare la nostra vita. 
Amici, contattati grazie all’interessamento dell’AdG Alberto Lazzarini, ci parlano di come vivono il Rotary. Questo progetto rappresenta un’occasione in più per conoscerci e per riflettere sull’appartenenza alla nostra associazione fornendo un contributo libero e schietto.

Leggi le interviste.

14

Per festeggiare i quarant’anni di attività, il club ha raccolto e donato 14mila euro all’Associazione Giulia Onlus. Serata di gala a palazzo Roverella.

Festeggiare i 40 anni dalla fondazione contribuendo ad aiutare chi soffre. Quella andata in scena sabato 19 ottobre a Palazzo Roverella, a Ferrara, è stata una serata da incorniciare per il Rotary Club Ferrara Est, guidato da Luigi Russo. Da un lato, la soddisfazione per aver tagliato il traguardo dei quarant’anni di storia, dall’altro l’aiuto concreto verso il mondo del volontariato. In totale, infatti, sono stati raccolti circa 14mila euro, che andranno a sostenere l’Associazione Giulia Onlus, in prima linea nell’assistenza ai bambini oncologici del ferrarese.

Leggi articolo >

15

Presentati i risultati della campagna internazionale di eradicazione “End Polio Now” con ventuno Club del Distretto 2072 e l’intervento del Governatore Andrisano.

La Giornata Mondiale della Polio è stata celebrata il 24 ottobre al Grand Hotel di Castrocaro Terme nell’ambito di un’iniziativa che ha visto la partecipazione congiunta del Rotary Club Forlì, presieduto da Rinaldo Biserni, del Tre Valli, guidato da Alberto Ridolfi, di Rotaract, Interact e ventuno Club del Distretto 2072. Ospiti dell’Interclub il governatore distrettuale, Angelo Oreste Andrisano, diversi past governor, fra cui Maurizio Marcialis, Franco Venturi, Paolo Pasini, Pietro Pasini, Pierluigi Pagliarani, e il governatore dell’annata 2020-2021, Adriano Maestri. Presenti pure gli assistenti del Governatore per le aree della Romagna, i presidenti dell’annata 2018-2019 e rappresentanze dei ventuno Club che hanno contribuito alla realizzazione della podistica di beneficenza “Run To End Polio Now” lo scorso 9 giugno in piazza Saffi, dove sono stati raccolti 33 mila euro.

Leggi articolo >

16

Ha esordito come brillante ed eccezionale relatore, alla conviviale presieduta da Alessio Avenanti, il neo socio Lorenzo Tersi.
Lorenzo Tersi, cesenate, è considerato tra le 100 personalità più influenti nel mondo vinicolo; è da sempre impegnato nel settore e oggi, con le sue società di consulenza “LT&Partners” e “LT Wine&Food Advisory”, affianca primarie aziende e consorzi del vino italiano, dedicandosi alla loro valorizzazione, innovazione e competitività.
Durante la serata Lorenzo Tersi ha dialogato con il giornalista e blogger Emanuele Scarci, storica firma del Sole 24 Ore, sul tema: “Fotografia del mercato del vino italiano nel Mondo, la posizione della Romagna e gli scenari futuri”.

Leggi articolo >

17

Più di 200 studenti, appartenenti al Liceo Roiti di Ferrara, all’Istituto Taddia di Cento, e al Corso di Laurea in Scienze filosofiche e dell’educazione, hanno partecipato sabato 26 ottobre, alla Sala Estense di Ferrara, al Convegno Il mondo del volontariato: esperienza umana e opportunità occupazionali. Un Convegno organizzato dal RC Ferrara in collaborazione con il Rotaract, e con il patrocinio del Comune di Ferrara e di Unife allo scopo di presentare alle giovani generazioni il volontariato nella duplice veste di occasione per l’arricchimento personale e umano, e di opportunità di acquisizione di competenze e reti di relazioni utili nel proprio futuro percorso lavorativo.

Leggi articolo >