II Lettera straordinaria del Governatore marzo 2020

II^ Lettera straordinaria di marzo per CV-19 – Bologna, 19 marzo 2020

Cari Tutti,

in questo momento così delicato e così particolare, Vi scrivo per tenervi aggiornati su quanto il Distretto e i Club stanno organizzando. Oggi tre importanti informazioni, tutte naturalmente collegate alla pandemia di cui siamo vittime.

I

Come sapete è arrivata la notizia dell’annullamento della Convention Internazionale di Honolulu, già programmata dal 6 al 10 giugno. Nel frattempo, in questi giorni, date le circostanze, insieme alla Commissione presieduta da Carlo Tagariello con l’aiuto di Claudio Vercellone, abbiamo deciso di spostare il nostro Congresso Distrettuale, programmato nei giorni di sabato e domenica 23 e 24 maggio, all’ultimo fine settimana di giugno, sempre all’Hotel Savoia Regency di Bologna, nelle giornate del 26,27 e 28.

Speriamo vivamente di avere così qualche probabilità in più di poterlo effettivamente svolgere, a chiusura di questa annata, fortemente condizionata dal CV19. Il programma delle relazioni è in fase di riorganizzazione e sarà ampliato con l’inserimento di iniziative già programmate in altre date e poi forzatamente annullate, al fine di consentire in tale occasione una più articolata divulgazione dei numerosi progetti portati avanti dai nostri Soci.

Ringrazio pertanto tutti i relatori coinvolti che in questi giorni hanno confermato la disponibilità a partecipare attivamente nei giorni di venerdì, sabato e domenica 26,27,28 giugno. Così come ringrazio particolarmente per la cortese collaborazione anche l’amico PDG Roberto Xausa del Distretto 2060 che, incaricato da M. D. Maloney, sarà presente con il ruolo istituzionale di rappresentante del presidente internazionale. Un doveroso va grazie poi a tutta la Commissione che continua a impegnarsi con grande determinazione.

II

Costituzione di un fondo di emergenza per la lotta al Coronavirus.

Il Distretto 2072 ha deciso di organizzare una raccolta fondi, destinata ai Soci, riservando loro, a seguito dell’emanazione del D.L. n.18/2020 “Cura Italia Marzo”, due opzioni:

  • La prima, destinata ai Soci che non sono interessati ad ottenere detrazioni fiscali, effettuando bonifici bancari e/o versamenti presso le filiali della Banca BPER su un conto corrente intestato al DISTRETTO ROTARY 2072 (Codice IBAN IT 84 Y 05387 02413 000002226581) e con destinatario lo stesso DISTRETTO ROTARY 2072.

Il socio che esegue il bonifico/versamento deve indicare i propri dati anagrafici normalmente richiesti dalla banca e il codice fiscale per chi versa somme superiori ai limiti previsti per legge.

Solo se il socio vorrà essere identificato dal Distretto dovrà aggiungere anche il Club di appartenenza.

  • La seconda, destinata ai Soci che intendono beneficiare delle detrazioni fiscali, effettuando versamenti solo tramite bonifico bancario su un conto corrente aperto presso Banca Intesa Sanpaolo, intestato a “PROGETTO ROTARY DISTRETTO 2060 – ONLUS” indicando la causale “Progetto COVID 2072”. Codice IBAN: IT 30 Z 03069 09606 100000012659 e con destinatario lo stesso PROGETTO ROTARY 2060- ONLUS.

Il socio che esegue il bonifico bancario deve indicare i propri dati anagrafici normalmente richiesti dalla banca e sempre il codice fiscale.

Solo se il socio vorrà essere identificato dal Distretto dovrà aggiungere nella causale anche il Club di appartenenza.

Le somme che saranno raccolte sia nel primo che nel secondo conto costituiranno un fondo per l’emergenza da Coronavirus destinato a progetti per la lotta o la ricerca e la cura conto questa feroce calamità che andrà a finanziare esclusivamente progetti da realizzare nel territorio di competenza del nostro Distretto 2072 (Emilia- Romagna e Repubblica di San Marino, esclusa la provincia di Piacenza).

Il Distretto raccoglierà i progetti che i Club vorranno proporre. La scelta dei Progetti dipenderà ovviamente dal valore delle somme raccolte, dall’impatto che il progetto potrà portare nella comunità e dal giudizio che rilascerà una commissione, riunibile con i sistemi informatici sperimentati in queste settimane, costituita da DG, DGE e DGN e da 10 medici soci del nostro Distretto, scelti dai nostri Soci, uno per ogni raggruppamento di Area di Club.

Questa possibilità non vuol essere in concorrenza con nessuna delle eccellenti iniziative che i singoli Club stanno realizzando o che hanno in programma, ma è volta ad aiutare i singoli soci nella loro volontà di contribuire alla lotta contro il virus, trovando un supporto nel Rotary del loro Distretto.

Al momento della realizzazione dei progetti dovremo far sì che per l’utilizzo delle somme raccolte, le fatture dovranno essere intestate al DISTRETTO ROTARY 2072 fino al completo utilizzo delle somme raccolte nel conto presso BPER e intestate a PROGETTO ROTARY 2060 – ONLUS fino al completo utilizzo delle somme depositate presso il conto di Banca Intesa Sanpaolo.

Si ringrazia anche la dirigenza del Distretto 2060 che mette a disposizione dei nostri soci la Onlus che da tempo opera nel loro territorio.

III

Abbiamo avuto notizia dalla Commissione R.F. della concreta disponibilità di alcuni Fondi distrettuali, non utilizzati per i District Grant della nostra annata che, sulla base di quanto a noi comunicato dalla sede centrale, possono essere immediatamente impiegati per progetti veloci (sempre District Grant) in materia di Coronavirus.

In particolare La R.F. permette che i District Grant 2019-2020 non ancora eseguiti e pagati possano essere riformulati dai Club per progetti in area Covid-19, e non solo possono essere riformulati da quei club che non hanno ancora eseguito i D.G., ma anche da qualsiasi altro club,  purchè non abbia già eseguito un suo progetto: il tutto sempre nel caso vi siano fondi disponibili.

In base alle indicazioni avute dalla sottocommissione progetti (Alberto Azzolini), a tutt’oggi risultano disponibili liberamente Euro 3.468,00 a fronte di una rinuncia del Club di Modena, e disponibili, sotto condizione liberatoria dei rispettivi club che non li hanno ancora attivati, le seguenti somme:

  • Castelvetro Terra Rangoni (1.522 euro di FODD);
  • Sassuolo (2.479 euro di FODD);
  • Faenza (1.714 euro di FODD);
  • Cesena (3.500 euro di FODD);
  • Comacchio x Camp estivo disabili in Maggio (5.988 euro di FODD).

 In particolare i Club assegnatari di queste somme per il loro District Grant hanno tre alternative:

  1. Comunicare alla Commissione Progetti che intendono avviare (termine ultimo 31/05/2020) e portare a termine il loro progetto, considerandolo ancora attuale e degno di realizzazione;
  2. Comunicare alla Commissione Progetti che intendono immediatamente convertire il loro progetto con altro destinato all’area di interventi Coronavirus, presentando immediatamente il loro nuovo progetto (per esempio l’acquisto di materiale destinato ai reparti operativi Coronavirus oppure attrezzature specifiche, ecc…);
  3. Comunicare alla Commissione Progetti che intendono rinunciare al loro progetto, così mettendo a disposizione le somme FOOD non utilizzate).

In questa ultima ipotesi (sub C) le somme vanno ad aggiungersi a quei 3.468,00 Euro già liberamente disponibili. A questo punto per le somme disponibili:

  1. Qualsiasi Club, compresi i Club che hanno rinunciato al loro iniziale progetto di District Grant, che non abbia già usufruito di un District Grant per l’annata 2019-2020, può presentare immediatamente, come singolo o come capofila di più club, con le stesse modalità di presentazione tipiche di ogni District Grant (progetto, preventivo di spesa e modalità di realizzazione), un nuovo progetto di District Grant rivolto all’area Coronavirus per poter utilizzare le somme FOOD ed amplificare, secondo i noti principi delle erogazioni della Rotary Foundation, la leva finanziaria del progetto stesso.

Un forte abbraccio e un grazie a tutti per ciò che fate per il Rotary.

Angelo