Il Governatore Angelo O. Andrisano: il saluto di commiato

Bologna, 30 giugno 20202

Carissimi Amici Rotariani,

chiuso il nostro Congresso di sabato 27 con il passaggio del collare al caro Adriano Maestri, siamo così giunti al termine di questa particolare annata rotariana 2019/20.

Voglio ancora una volta ringraziare tutti Voi per l’impegno profuso nei confronti della nostra Istituzione e verso le Comunità, ed anche per la collaborazione che avete prestato nell’ambito delle attività distrettuali.

Ho apprezzato tutte le vostre iniziative, vi ringrazio, sono orgoglioso di voi: guardiamo in futuro ai grandi progetti che possano far scattare l’emulazione tra club, impegnamoci nella gara di chi maggiormente contribuisce per fini umanitari.

Anche il rappresentante del Presidente Internazionale, il PDG Roberto Xausa ci ha sottolineato, durante il nostro congresso, che è sulle iniziative di grande rilievo che scatta l’orgoglio di appartenenza, l’orgoglio di essere rotariani. Se vanno in porto i grandi progetti, tutti ne trarremo soddisfazione, maggiore adesione alla nostra Istituzione, maggiore capacità attrattiva nei confronti dei nuovi soci, e soprattutto spirito di emulazione da parte delle nuove generazioni.

Credo che ognuno di noi, dovendo essere sempre “pronto ad agire”, dovrebbe interrogarsi su che cosa può dare oggi al Rotary o può fare per il Rotary, affinchè la nostra presenza sia incisiva e faccia la differenza”.

Chiudo con le parole dei due Presidenti Internazionali, Mark D. Maloney, uscente e Holger Knaack, entrante:

“Questi sono tempi difficili, ma il Rotary crea opportunità anche nel bel mezzo delle sfide …..… Come Leader del Rotary, ognuno di voi viene chiamato a servire e ispirare nelle vostre professioni, comunità, club e distretti. Continuando a rispondere a questa chiamata, aiutate ad assicurare che il Rotary non solo sopravviva alle sfide attuali, ma che sia in grado di indicare la via verso la ripresa e possa prosperare a prescindere da ciò che riserva il futuro.”

Grazie ancora quindi per “l’opportunità” che Voi tutti mi avete dato, consentendomi di guidare il nostro Distretto in questa annata.

Un affettuoso saluto e un forte abbraccio.

Angelo