Il messaggio di dicembre del Presidente Internazionale Holger Knaack

Quando penso al 2020, rifletto su quanto sia cambiata la nostra vita. La pandemia di COVID-19 ha portato dolore e lutto a molti di noi. Inoltre, quasi per tutti, anche la nostra vita, il tempo per la famiglia e il lavoro sono cambiati quest’anno. Però siamo riusciti ad arrivare alla fine di questo difficile anno, non da soli, ma contando l’uno sull’altro, come facciamo sempre nel Rotary. Col passare degli anni, divento sempre più orgoglioso della nostra organizzazione.

Io sceglierò di ricordare il 2020 come un anno di grandi cambiamenti e forza per noi; il Rotary non si è fermato, nonostante la pandemia. Abbiamo eliminato ostacoli, trovato nuovi modi per connetterci, abbiamo adottato nuovi approcci per il service, ad esempio, con progetti online e raccolte fondi virtuali. Ho invitato due Rotariani a condividere le loro storie su come il Rotary è diventato più forte quest’anno.
Quando la pandemia ha chiuso tutto, il nostro e-club emergente stava già facendo service virtualmente, inclusi progetti internazionali. Quattordici donne statunitensi ed io, socie di numerosi Rotary club, hanno usato WhatsApp per fare il mentoring alle donne imprenditrici nelle zone rurali della Costa Rica, aiutandole a far crescere le loro aziende di ecoturismo, RETUS Tours [articolo incluso nel numero di maggio della rivista Rotary: “Nature & Nurture”]. Il progetto è cresciuto, con 30 Rotariani che adesso offrono consulenza e aiuto con il sito web di RETUS e con i social media. E cosa più importante, noi continuiamo ad allacciare relazioni e dare i mezzi a queste donne per trasformare la loro vita, e lo stiamo facendo online! Ho aiutato una di queste donne, Rosa, a preparare una presentazione in inglese per una conferenza internazionale online. Sebbene il nostro impegno con le donne in Costa Rica richiede ancora alcune attività in prima persona, l’impatto più trasformativo non deve necessariamente essere di persona.
— Liza Larson, Rotary E-Club Engage e Rotary Club di Plano East, Texas

Ero presidente del mio club quando siamo stati colpiti dal COVID-19 e molti soci non avevano Zoom. Solo 10 dei nostri 53 soci hanno partecipato alla prima riunione su Zoom durante la pandemia. Ho pensato che metterci in contatto ed avere dei relatori da tutto il mondo per coinvolgere i nostri soci sarebbe stato davvero d’aiuto. Molti dirigenti del Rotary, un borsista della pace del Rotary e addirittura il Presidente del Rotary Holger Knaack ci hanno visitato virtualmente e hanno parlato al nostro club! L’assiduità alle riunioni è migliorata e abbiamo ridotto i costi grazie all’eliminazione dei pasti. Alcuni soci che lavoravano fuori città ai quali mancavano le riunioni di club si sono addirittura riaffiliati al club. La registrazione delle nostre riunioni online in Il mio Rotary ha migliorato i contatti con i club del mondo e la riunione congiunta alla quale ha partecipato Holger ha attratto oltre 300 visitatori. Abbiamo anche raccolto ulteriori fondi grazie alle donazioni dei soci e visitatori ai nostri progetti. Per continuare ad essere flessibili per tutti, adesso offriamo riunioni ibride. Per me, il 2020 è stato l’anno migliore nel Rotary e ho fatto tante nuove amicizie.
— Blessing Michael, Rotary Club di Port Harcourt North, Nigeria

Queste storie personali dovrebbero offrire a tutti noi delle ragioni per essere ottimisti per il Rotary nell’anno entrante. Non stiamo semplicemente sopravvivendo, ma stiamo ottenendo più forza. Stiamo scoprendo quanto sia davvero resiliente la nostra organizzazione. Stiamo vedendo in prima persona come Il Rotary crea opportunità — anche durante le pandemie — per crescere, connettersi e coinvolgersi con i nostri soci e con le comunità in cui operiamo.

Dalla nostra casa a Ratzeburg alle vostre case, Susanne ed io desideriamo rivolgere a voi e alle vostre famiglie i migliori auguri di buone feste. Non vediamo l’ora di vedere tutte le buone cose che ci porterà il 2021.