Il R.C. di Rimini aiuta la comunità delle Sorelle Clarisse

Giovedì 7 maggio 2020

Questa mattina una delegazione del Rotary Club di Rimini formata dal Presidente Alessandro Andreini, il Presidente della Commissione Progetti Roberto Muccini ed il socio Leonardo Berardi (che ringraziamo per la meravigliosa disponibilità) ha consegnato a Suor Nella Letizia delle Sorelle Povere di S. Chiara (Clarisse) un importante quantitativo di derrate alimentari per sostenere la comunità in questo difficile momento.

Chi sono le “Clarisse”

“Siamo una comunità di Sorelle Povere di S. Chiara (Clarisse), residente in un ex Convento dei Frati Minori nel centro di Rimini, a pochi passi dall’Arco d’Augusto e dal Tempio Malatestiano.
La presenza delle Clarisse a Rimini è molto antica: secondo quanto attesta un codice del 1702, fu S. Francesco che, durante un soggiorno a Rimini nel 1215, sostando presso un Monastero di monache vicino all’Arco di Augusto, diede loro la sua Regola. Chiamato successivamente “Monastero S. Chiara”, fu abitato fino al 1810, quando le soppressioni napoleoniche costrinsero le Sorelle a lasciarlo, per non farvi più ritorno. Nel 1985 l’allora Vescovo di Rimini, mons. Giovanni Locatelli, desiderando che rifiorisse una presenza contemplativa in Città, chiese al Monastero di Albano Laziale la disponibilità per una fondazione. Il 25 luglio di quell’anno giunsero le prime 6 sorelle, successivamente se ne unirono altre, finché il Monastero fu eretto canonicamente il 28 novembre 1993. Dopo 9 anni passati in una casa adattata a Monastero sul colle di Covignano, dall’11 dicembre 1994 ci siamo trasferite in centro città nel 700esco Convento di San Bernardino. Come figlie di S. Francesco e S. Chiara, abbracciamo la forma di vita evangelica, in fraternità, povertà e letizia, ritmando la giornata con la preghiera e il lavoro, in spirito di accoglienza ed ascolto dei fratelli.”

È stata l’occasione per ringraziare e per fare un piccolo grande gesto di affetto e stima verso le Clarisse, fortemente radicate sul territorio riminese che da tantissimi anni. L’aiuto alle Suore Clarisse altro non è che uno dei tanti momenti che ha visto il Rotary Club di Rimini a supporto della comunità riminese. Agli inizi della emergenza Coronavirus sono stati donati due ecografi portatili al reparto di Anestesia e Rianimazione dell’Ospedale Infermi di Rimini, magistralmente diretto dal dott. Giuseppe Nardi. Passata la fase più critica il Rotary Club di Rimini ha iniziato a sostenere le famiglie più bisognose acquistando ingenti derrate alimentari per la Mensa di San Antonio, per il Banco di Solidarietà, per la Comunità Papa Giovanni XXIII e infine le Suore Clarisse. L’impegno del Rotary Club di Rimini continuerà anche nei mesi prossimi.