Il Rotary e il Governo degli Stati Uniti sostengono la lotta dell’Italia contro il COVID-19

Roma, 23 marzo 2021

Cooperazione Stati Uniti-Rotary italiani del valore di $5 mln

Pacchetto di assistenza da $60 mln varato dagli U.S.A. per la risposta alla pandemia, la ripresa e la preparazione per future epidemie.

ROMA, 23 marzo 2021

Di fronte all’aumento ripetuto delle infezioni in Italia, il Rotary e il Governo degli Stati Uniti, attraverso l’Agenzia degli Stati Uniti per lo Sviluppo Internazionale (USAID), si sono impegnati a sostenere la risposta del Paese al COVID-19 ed alle iniziative di recupero collegate.

Nell’ambito della partnership, prevista in 18 mesi, USAID elargirà 5 milioni di dollari alla Fondazione Rotary – ente filantropico del Rotary International – per sostenere la risposta alla pandemia, preparare le comunità per il possibile reiterarsi della crisi e affrontare il conseguente impatto sociale ed economico a medio e lungo termine.

Questa partnership è tra gli impegni degli Stati Uniti verso l’Italia per aiutare a salvare vite e costruire resilienza per il futuro. Ad oggi, gli Stati Uniti hanno elargito 60 milioni in assistenza all’Italia, attraverso USAID.
Nell’ambito della partnership, prevista in 18 mesi, USAID elargirà 5 milioni di dollari alla Fondazione Rotary – ente filantropico del Rotary International – per sostenere la risposta alla pandemia, preparare le comunità per il possibile reiterarsi della crisi e affrontare il conseguente impatto sociale ed economico a medio e lungo termine.

Attraverso la partnership USAID-Rotary in Italia: Comunità contro COVID-19, i 13 distretti italiani del Rotary hanno accesso ciascuno ad almeno tre sovvenzioni da 100.000 dollari, per sostenere progetti nel campo della salute, l’istruzione e lo sviluppo comunitario. Le attività idonee includono la fornitura di attrezzature per le strutture mediche; materiale didattico e attrezzature per le scuole, gli studenti e le famiglie; e risorse per aiutare le aziende a rimanere aperte in sicurezza durante i momenti di crisi sanitaria. Una parte importante di questo sforzo e’ il sostegno agli studenti nel processo di apprendimento a distanza.

«Parte attiva delle comunità in cui opera, il Distretto Rotary 2072 dell’ Emilia Romagna, si è impegnato nella individuazione delle scuole con un maggior numero di studenti in disagio educativo, spesso appartenenti a famiglie con difficoltà economiche aggravate dalla pandemia. A 29 istituti professionali di secondo grado sono stati distribuiti in questa tranche 220 personal computer, idonei a seguire le lezioni online, modalità introdotta nelle scuole in seguito all’adozione della didattica a distanza a causa dell’emergenza sanitaria, consentendo a tutte le fasce della popolazione un facile accesso all’istruzione, altrimenti compromesso» dichiara Adriano Maestri, Governatore del Distretto. «La nostra collaborazione con USAID ci fornisce risorse preziose per contribuire a rendere le nostre iniziative nell’emergenza più impattanti e sostenibili».

 

«In questa prima tranche di finanziamento si è privilegiato l’ambito istruzione: la scuola è il luogo dove le disuguaglianze sociali emergono in modo più evidente. Per questo, come rotariani, abbiamo il dovere di offrire pari opportunità per l’inclusione nel sistema scolastico, a maggior ragione in questo periodo in cui la didattica torna a svolgersi prevalentemente con modalità telematiche. Questo è il principio imprescindibile su cui abbiamo lavorato in queste settimane difficili. Grazie alla collaborazione con gli Uffici Scolastici Regionali abbiamo effettuato un capillare monitoraggio per capire quali fossero le situazioni più difficoltose. Grazie al sostegno di USAID e TRF, siamo adesso in grado di consegnare agli istituti scolastici, personal computer dotati di software all’avanguardia, che permetteranno agli studenti di seguire al meglio le lezioni online.

 

“Lo spirito di volontariato è parte del tessuto nazionale americano, italiano e sammarinese. Tra i molti valori che sono alla base dello stretto rapporto di amicizia tra i nostri paesi c’è il comune spirito di volontariato. Non è un caso che il Rotary e così tanti altri club di servizio americani si sono radicati nel territorio. Sono davvero fiera di questa partnership con Rotary, perché il futuro dei ragazzi non aspetterà. Oggi gli Stati Uniti sono affianco dell’Italia e della Repubblica di San Marino, come tante volte in passato. Penso che in un futuro prossimo, quando la pandemia sarà finalmente alle nostre spalle, una delle lezioni più importanti che questa ci avrà lasciato è che la cooperazione internazionale ci rende più forti sotto diversi punti di vista. Mi sento molto fortunata a sperimentare in prima persona l’incredibile cooperazione che sta avendo luogo quotidianamente tra i nostri paesi, radicata in più di duecento anni di storia condivisa”, ha dichiarato la Console Generale degli Stati Uniti d’America a Firenze, Ragini Gupta.