La Poliomelite al tempo del Coronavirus

Cari Amici Rotariani,

come saprete, l’anno scorso abbiamo osservato, in Pakistan, un aumento dei casi di poliomielite da virus selvaggio e purtroppo, in alcuni paesi a basso reddito, anche da virus derivato dal vaccino.

Pure nei primi tre mesi di quest’anno, i casi di polio da virus selvaggio sono aumentati (30), rispetto agli stessi mesi del 2019 (erano 9). Il Pakistan, quindi, ha urgente bisogno di campagne vaccinali. Ed i casi di poliomielite da virus derivato dal vaccino — nello stesso periodo — sono stati anche in incremento nel mondo: 73 casi rispetto ai 4 del 2019. Quest’ultima emergenza deve pure essere affrontata con massicce campagne di vaccinazione, utilizzando anche il vaccino iniettivo.

Arriva uno “stop”

Purtroppo, lunedì 30 marzo il gruppo degli esperti strategici consultivi dell’Oms sull’immunizzazione ha dovuto raccomandare che tutte le campagne di vaccinazione preventiva cessino nel momento in cui i paesi si stanno concentrando sulla risposta a Covid-19. L’immunizzazione di routine, invece, dovrebbe continuare, quando possibile. La Global polio eradication initiative (Gpei) ha messo, quindi, in pausa tutte le campagne straordinarie di vaccinazione contro la polio.

L’immunizzazione di routine, compresa la vaccinazione contro la poliomielite, continua per ora, nella maggior parte dei paesi, principalmente in strutture fisse, con rigide linee guida sull’igiene ed il distanziamento fisico.

Il rischio

Con il rallentamento delle pratiche vaccinali in tutto il mondo a basso reddito, è probabile che sempre più vengano sospesi i programmi di immunizzazione di routine, anche se temporaneamente. L’interruzione delle attività di sensibilizzazione, inoltre, avrà probabilmente un impatto negativo sulla copertura vaccinale per la poliomielite.

La speranza

I laboratori per la polio, diffusi nella maggioranza dei paesi del mondo, proseguiranno nelle loro attività di monitoraggio, ora in parte dirette anche alla pandemia da Coronavirus. Le sperimentazioni, circa nuovi farmaci ed un vaccino per Covid-19, danno speranza anche a noi Rotariani che siamo già impegnati in questa nuova battaglia di solidarietà.

Cosa fare

Impegniamoci, come Rotariani, per l’emergenza Covid-19, ricordando le indicazioni del nostro Governatore Angelo O. Andrisano; senza dimenticarci, però, di proseguire con le donazioni al fondo Polio Plus della Fondazione Rotary.

Per contribuire al fondo Distrettuale per Covid-19, ricordo: Banca BPER, conto intestato al DISTRETTO ROTARY 2072 (Codice IBAN IT 84 Y 05387 02413 000002226581) e con destinatario lo stesso DISTRETTO ROTARY 2072 oppure Banca Intesa Sanpaolo, conto intestato a “PROGETTO ROTARY DISTRETTO 2060 – Onlus” indicando la causale “Progetto COVID 2072”: Codice IBAN: IT 30 Z 03069 09606100000012659 e con destinatario lo stesso PROGETTO ROTARY 2060 – Onlus.

Il video

Con una relazione – presentata al mio Club – e con questo breve video, sul tema della polio, ho sintetizzato difficoltà ed opportunità in epoca di pandemia.

Potete vederlo, se volete, cliccando qui:

Guarda il Video su Youtube

Un abbraccio a tutti!

Salvatore Ricca Rosellini – Rotary Club Forlì

Presidente Commissione Azione di Pubblico Interesse del Rotary Club Forlì, 2019-20 – District PolioPlus Subcommittee Chair, 2019-20 – District 2072 – Italy