Lettera del Governatore luglio 2020

Lettera di luglio – Inizio del nuovo anno d’incarico dei dirigenti Rotary

Carissimi Tutti

Soci, Presidenti di Club e Commissioni, Assistenti, Squadra di Club e di Distretto

La ruota del Rotary gira puntualmente. In questo ultimo anno abbiamo disegnato progetti e strategie per il nuovo anno rotariano che sta per iniziare e abbiamo beneficiato degli insegnamenti di chi ci ha preceduto ed io in particolare ringrazio della collaborazione e dell’amicizia di Angelo.

La tragedia del Covid ha tentato di interrompere la nostra azione ma in realtà ci ha aperto nuove opportunità sia nelle modalità con cui ci confrontiamo e ci incontriamo, sia nelle immense opportunità di servizio che si sono prospettate.

Non a caso ho ripetuto la parola “opportunità” perché incredibilmente è il pilastro del motto del Presidente internazionale Holgher Knaak.

Non serve essere chiaroveggenti per capire cosa può fare il Rotary ma servono solo due cose:

  • Mettere in campo le nostre competenze. Siamo una straordinaria rete di professionisti con competenze diversificate e l’intuizione che ebbe Paul Harris si dimostra ancora oggi la chiave del nostro successo e della nostra espansione nel mondo
  • Voler agire. Aver la volontà di guardarsi intorno e capire cosa e come si può migliorare e quali priorità darsi

Solo un virus ci può fermare, quello che ci fa sedere sugli allori di un passato positivo.

Oggi la crisi che affligge il Rotary in alcuni Stati o anche solo in alcuni Club dipende da questo virus.

Nessuno può mettere in discussione i valori fondanti del Rotary, dalle 4 domande al principio dell’agire senza interessi personali, solo cosi si può agire in maniera efficace sia nel fare che nel promuovere azioni di miglioramento nella società e non conta essere anziani o giovavi, la regola è condivisa da tutti.

Il nostro compito quindi è guardare oltre al nostro presente.

La nostra organizzazione prevede cicli annuali, questo può indurci a definire e realizzare obiettivi di breve termine, faremmo un errore grossolano, ognuno di noi deve agire per garantire continuità nel tempo del nostro sodalizio e delineare un futuro non meno glorioso rispetto al passato.

Adeguare la nostra organizzazione alle esigenze della società di oggi e di domani consente di proiettare nel futuro i valori fondanti del Rotary.

Tutti noi, dal socio più anziano al più giovane, dal socio di nuova nomina ai Presidenti e al Governatore spetta il compito di garantire la continuità generazionale del Rotary e il miglioramento dell’attrattività del Rotary verso nuovi socie e soci, nuove generazioni, nuove professioni, nuove collaborazioni con chi condivide i nostri valori e con la condivisione delle nostre famiglie, senza mai creare concorrenza fra Rotary e famiglia.

Sono certo che tutti insieme sapremo fare la nostra parte, divertendoci nella nostra azione e consolidando la nostra amicizia proprio attraverso l’azione.

Non voglio dilungarmi troppo e quindi a parte aggiungo in sintesi il nostro piano dei lavori, già discusso nei nostri incontri di formazione e informazione con i Presidenti e le squadre di Club e Distretto.

II primo luglio tutti i Governatori italiani si incontrano a Roma all’altare della Patria per un omaggio al Milite ignoto, questo evento solenne non vuol essere solo un omaggio al nostro Paese garantendo così il nostro impegno verso i nostri territori ma è anche la dimostrazione della volontà di agire insieme fra i vari Distretti per migliorare l’impatto dei nostri service come mi auguro faranno i nostri i Club fra loro.

Buon Rotary a tutti e arrivederci presto nei Vostri Club.

Leggi la sintesi azioni news letter