Lettera di febbraio del Governatore Stefano Spagna Musso

Ottava   lettera mensile – 1 febbraio 2022

Mese della Pace e della Prevenzione e Risoluzione dei Conflitti.

 

Il mese di febbraio è un mese molto speciale per il nostro sodalizio: il 23 febbraio 1905 il giovane avvocato di Chicago, Paul Harris, insieme a tre amici, diede origine al Rotary; da allora la Ruota ha dimostrato di essere superiore a qualsiasi evento negativo, conflitto e, da ultimo, pandemia.

La capacità di adattamento alle diverse situazioni è uno dei quattro punti del piano strategico elaborato dal Rotary International; pensando a come tutti i rotariani hanno imparato ad utilizzare le piattaforme digitali in questo periodo di emergenza sanitaria, abbiamo dato ampia dimostrazione di grandi capacità di adattamento.

Proviamo a pensare a questi due anni di Rotary senza piattaforme…

Non dico che ci saremmo estinti ma sicuramente avremmo avuto una emorragia di perdite tra i soci ben oltre quelle fisiologiche; invece, se stiamo continuando a fare Rotary in modo eccelso, lo dobbiamo alla tecnologia e alla nostra voglia di non arrenderci ma di dimostrare quanto si possa fare bene anche in periodi come quello attuale.

Al mese di febbraio è dedicata la prima area di intervento della nostra Fondazione: la Pace e la Prevenzione e la Risoluzione dei Conflitti.

Può sembrare un’area di intervento velleitaria .

Come possiamo noi rotariani portare la Pace e prevenire e/o risolvere i conflitti quando è dai tempi dell’Antico Testamento che gli uomini e le popolazioni non fanno altro che scontrarsi tra loro?

Ciò nonostante possiamo fare molto!

Uno degli scopi primari che troviamo nello statuto del Rotary International è “propagare la comprensione reciproca, la cooperazione e la pace a livello internazionale mediante il diffondersi nel mondo di relazioni amichevoli tra persone esercenti diverse attività economiche e professionali, unite nel comune proposito e nella volontà di servire”.

Da qui l’amicizia ed il servizio come due dei cinque valori fondanti il nostro legame.

Cominciamo nel nostro piccolo ad avere rapporti di cordialità con tutti i rotariani, anche quelli apparentemente e realmente lontani da noi; e così tutti insieme operiamo per portare del bene dove ce n’è bisogno.

E La Fondazione è uno strumento eccezionale a nostra disposizione per fare e portare del bene laddove manchi; vi consiglio di consultare la piattaforma My Rotary per avere tutte le informazioni necessarie per realizzare degli interventi all’interno di questa area e precisamente  in estrema sintesi: per rispondere ai conflitti in essere, soccorrendo i rifugiati dalle aree di conflitto; fornendo supporto ai gruppi emarginati a rischio di violenze o prosecuzione; aiutando i bambini rimasti orfani , feriti o traumatizzati dai conflitti ; per prevenire i conflitti ed edificare la pace,  incorporando strategie di risoluzione e mediazione del conflitto nei progetti d’azione che riguardano scuole locali, orfanotrofi, posti di lavoro e centri sociali; reclutando candidati per le borse della pace del Rotary; svolgendo progetti che affrontano le cause alla base dei conflitti, come povertà, disuguaglianze, tensioni etniche, mancanza di accesso all’istruzione e la distribuzione non equa delle risorse; partecipando ad attività di affiatamento e servizio con i  Rotary Club di altre parti del mondo per promuovere la comprensione e la pace.

 

Tornando al mese di febbraio, gli eventi distrettuali sono sospesi così come le visite ai Club che riprenderò nel mese di marzo (ho una piccola speranza per ricominciare già dall’ultima di febbraio ma tutto dipende da come evolverà in queste settimane l’emergenza sanitaria).

Per questo motivo, a livello distrettuale, non sono state previste grandi celebrazioni per il nostro compleanno del 23 febbraio; mi sono limitato ad organizzare in questa data l’ultimo seminario formativo dei sei che ho organizzato per fare formazione e sarà l’occasione per farci gli auguri.

A livello nazionale il Rotary Day verrà celebrato a Roma sabato 19 febbraio p.v. con il “Riconoscimento PHF al Merito di Italiani all’Estero”.

Dato il periodo parteciperanno in presenza solo i Governatori dei 14 Distretti italiani insieme ai premiati con famigliari e pochissimi altri; verrà organizzato un webinar nazionale sulla piattaforma zoom al quale Vi invito a partecipare numerosi. Per il Distretto 2072 ricordo che il premiato sarà la cantante lirica Benedetta Orsi, mezzosoprano di Bologna.

Nel mese di marzo, oltre (si spera) alla ripresa delle visite ai Club, avremo numerosi eventi, ad oggi tutti confermati.

Ve li indico in modo che possiate organizzarvi o prenotarvi:

Il 12 marzo saremo ospiti della Tecnhogym a Cesena per il convegno “Attività fisica e corretta alimentazione per una vita in salute”

Il 18-20 marzo   si terrà a Venezia la conferenza presidenziale “Economia e Ambiente in Armonia”; il PI Shekhar Mehta ha confermato la sua partecipazione ed è ancora possibile iscriversi on line tramite il sito della conferenza  www.rotaryconferencevenice.org

Il 25-27 marzo a Bertinoro presso il Centro Universitario si terrà la 13^ edizione del RYPEN

Con l’augurio che tra poche settimane potremo ricominciare a vederci in presenza, auguro a tutti Voi Buon Rotary!!

Stefano