RC RIMINI RIVIERA: CELLA FRIGORIFERA ALLA CARITAS

Nuovo progetto  del Rotary Club Rimini Riviera presieduto da Marco Alessandrini, rivolto alla Caritas Diocesana, che riceverà una cella frigorifera di 40 metri quadrati. La capacità di stoccaggio del cibo che viene offerto alla Caritas, sarà così triplicata e la sua ridistribuzione alle persone più in difficoltà,  aumenterà di conseguenza .Alla presentazione del progetto, durante una cena affine al progetto, poiché preparata dallo chef volontario Caritas Alessandro Garattoni di ChiamaCucina, erano presenti il Vescovo Francesco Lambiasi e il direttore di Caritas Diocesana Mario Galasso, che ha presentato il servizio e la natura della Caritas. L’operatrice Isabella Mancino ha invece  sintetizzato il “Rapporto sulle Povertà” 2021,  mentre uno spazio particolare, è stato attribuito all’attrice Alessia Canducci, che ha dato voce a chi si rivolge alla Caritas. Sempre nell’ambito della collaborazione avviata, il Rotary Club Rimini Riviera organizzerà a dicembre un concerto d’organo di Natale, nella Chiesa dei Servi a Rimini, con la specifica finalità: “Riempire la cella della Caritas”.

Sono state 4.368 i nuclei famigliari incontrati nel 2020 dalle 54 Caritas parrocchiali, con una quota di italiani cresciuta in 10 anni dal 20 al 44%; 135mila i pasti distribuiti nel 2020 contro i 95mila del 2019. Un anno, quello scorso, che ha stravolto le modalità di assistenza ai bisogni emersi e che ha visto anche la partecipazione e l’aiuto di tanti nuovi volontari e benefattori.

“Ringraziamo Rotary Rimini Riviera per il dono e soprattutto per il percorso che il club intende costruire: non si accontenta ‘solo’ di regalare la nuova cella ma vuole conoscere in maniera più approfondita la realtà della Caritas, le persone che incontra, i servizi che eroga. – ha detto il direttore di Caritas diocesana, Mario Galasso – Questo collegamento è evidente nella volontà del Rotary Rimini Riviera di riempire la cella durante il corso dell’anno con altre iniziative come il Concerto d’organo di Natale”.

“Il Rotary – ha aggiunto il presidente Marco Alessandrini – da oltre 120 anni nel mondo e da 40 anni nel caso del Club Rimini Riviera ascolta i bisogni del territorio e si attiva tramite i Soci per rispondervi al meglio.

La terribile pandemia ha generato nel riminese una quantità enorme di disagi sociali ed economici, moltiplicando anche il numero di persone in difficoltà nel disporre di un pasto. Il nostro service vuol dare un sostegno alla risposta che la Caritas offre con enorme generosità umana e nel concreto assistere un sempre più vasto numero di persone”.