San Marino, più indipendenza per ragazzi disabili

Il presidente Milva Ceccoli e il Segretario Patrizia Carlini della Fondazione”Centro Anch’io”, nel corso di una conviviale organizzata dal Rotary Club San Marino, hanno presentato il progetto “Soggiorni in autonomia – chiavi di casa” orientato al raggiungimento di una vita indipendente per i ragazzi disabili. Già in passato il Rotary Club di San Marino aveva contribuito con diversi progetti verso le disabilità sul territorio, come ad esempio l’importante realizzazione della piscina per il Centro di Educazione Psicomotoria (CEP) di Cailungo, finanziando completamente l’intera costruzione. Ora il Club continua a supportare “Adesso e dopo di Noi” che ha l’obiettivo principale di creare opportunità di lavoro e alloggio a sammarinesi con disabilità, affrontando il tema particolarmente attuale del “dopo di noi”, la situazione che genitori o familiari si trovano ad affrontare pensando a quando non ci saranno più, per accudire e aiutare i propri figli.

Al termine della piacevole serata, a cui hanno partecipato due “ospiti” della nuova residenza gestita dalla Fondazione “Centro Anch’io”, il Presidente del Rotary Club Arnaldo Antonini ha consegnato al Presidente Milva Ceccoli,  nome di tutti i Soci,  un contributo finalizzato ad integrare l’arredamento del nuovo appartamento.