SEGS 2021-22/ Il Rotary e la cultura del dono

Il concetto e la cultura del dono come essenza rotariana hanno permeato gli interventi del SEGS (Seminario Gestione Sovvenzioni), che si è svolto su Zoom sabato 21 novembre e ha rappresentato il primo appuntamento distrettuale del DGE  2021-22 Stefano Spagna Musso, cui seguiranno il Sisd del 6 marzo per Assistenti, Squadra Distrettuale e Presidenti di Commissione, il Sipe del 10 aprile per i Presidenti incoming e l’Assemblea distrettuale dell’8 maggio. Dopo i saluti del DG Adriano Maestri, del DGN 2022-23 Luciano Alfieri, il DGE 21-22 Stefano Spagna Musso ha illustrato il programma del Seminario e presentato il primo relatore, Giulio Koch PDG D2041. Regional Rotary Fundation Cordinator Zona 14.

Giulio Koch- La Rotary Foundation e le pandemie

Ogni singolo rotariano – ha detto Giulio Koch – deve portare in sé la cultura del dono e rifletterla sulla Rotary Foundation che negli ultimi sei mesi ha dovuto rapportarsi con un evento straordinario come la pandemia, affrontata dai Distretti e dai Club nei propri territori con impegno e dedizione verso chi ha bisogno,  senza però dimenticare gli interventi in luoghi lontani. Lavorare nella propria comunità è importante anche in termini di conoscenza e visibilità.

Quanto all’eradicazione della Polio, seppure si sia ormai molto vicini all’obiettivo, le donazioni servono a mantenere le strutture sostitutive della sanità pubblica dove questa non esiste.  A proposito di pandemia, Koch ha fatto riferimento anche ad Usaid,  l’Agenzia del Governo americano istituita da Kennedy negli anni 60 che ha deciso di offrire aiuti all’Italia nel primo semestre 2020, vista la vastità dell’emergenza Covid nel nostro Paese.

Adriano Maestri DG 2020-21—l’ intervento dell’USAID

A primavera inoltrata la Fondazione Rotary – ha puntualizzato il Governatore – propose al nostro Distretto una collaborazione con Usaid, l’Agenzia Usa, che interviene nei paesi colpiti da emergenze. L’attenzione in quel momento era sull’emergenza sanitaria, ma Usaid ha individuato quella che sarebbe diventata la vera emergenza successiva, cioè  la mancanza di cibo per le famiglie più bisognose, riscontrabile nelle lunghe file alla Caritas. Il Distretto ha realizzato quindi una struttura efficace, in tempi brevi come consigliato da Usaid, per aiutare chi aveva bisogno. Conad è stato un partner affidabile e ha offerto anche prodotti al costo più basso. Una volta migliorata la situazione, Usaid ha dirottato verso l’Ucraina un finanziamento di 5 milioni di euro per tutta l’Italia, (di cui 300 mila dollari per il nostro Distretto), ma successivamente si è offerta di supportare il nostro Distretto. Ha quindi proposto di versare lo stesso importo in tre tranche, scegliendo fra tre linee guida: sussidi al presidio della povertà educativa, e cioè tablet e pc, oppure sussidi sanitari, esclusi quelli  della prima fase, o sussidi a sostegno dell’economia.

Usaid e Fondazione Rotary hanno consigliato piena armonia di azione tra i Distretti italiani e i 13 Governatori hanno scelto i sussidi contro la povertà educativa. Il nostro Distretto ha ripreso anche  il progetto alimentare, che porterà avanti con i Club e senza Usaid,  per offrire carte prepagate alle famiglie bisognose.

Franco Venturi Presidente della Commissione per la Rotary Foundation e Presidente ad interim della Sottocommissione PolioPlus

I Club si stanno muovendo per ottenere le sovvenzioni dalla Rotary Foundation, con District Grant, che sostengono attività umanitarie o di volontariato, e con Global Grant che contribuiscono al finanziamento di  progetti internazionali sponsorizzati  da Club, Distretti e Rotary Foundation. Fare del bene nel mondo era l’obiettivo del  creatore della Rotary Foundation Arch C: Klumph, che vogliamo far diventare realtà con programmi umanitari e culturali promossi a livello locale, nazionale e internazionale e attraverso il Programma straordinario Polioplus. Programmi culturali ed educativi sono le borse di studio e in particolare le borse della Pace che il Rotary assegna dal 1947. Una serie di sottocommissioni distrettuali provvedono alla raccolta fondi, alla gestione, al controllo e allo sviluppo dei progetti umanitari e culturali.

Alberto Azzolini Presidente Sottocommissione Gestione Sovvenzioni e Progetti.

La relazione ha affrontato gli aspetti tecnici.  La Fondazione Rotary lavora su base triennale: quindi il 50% delle donazioni dei Distretti versate al Fondo Annuale nel 2018-19 potrà essere usato come Fondo di Designazione Distrettuale FOOD,  nel 2021-22, la metà andrà ai District Grant e l’altra ai Global Grant. Nel 2018-19 furono versati 304mila dollari: di questi, metà va al Distretto tramite il FOOD, metà al Fondo Mondiale per integrare i progetti del nostro Distretto che richiedono una Sovvenzione Globale. I progetti:devono essere aderenti alla mission della Rotary Foundation. Le Sovvenzioni Distrettuali sono sotto i 30mila dollari. Il Distretto raggruppa i progetti e fa una unica richiesta per il FOOD. Il Global Grant, invece,  parte da un minimo di 30mila dollari. Attualmente, con l’emergenza Covid che porta ad operare nelle proprie comunità, non è più necessaria la partecipazione finanziaria  di un club estero, ma solo la sua presenza come sponsor  tecnico.

Fernando Imbroglini Presidente Sottocommissione Buona Amministrazione

Questa commissione assiste  i club, li informa sulla prassi da seguire, e si assicura che tutto venga svolto come richiesto. Deve  garantire l’uso diligente dei fondi, per una gestione trasparente e monitorare  l’andamento dei progetti.  Deve anche controllare e verificare i risultati ottenuti in termini di visibilità  del Rotary e dei Club.

Tiziana  Casadio AdG incoming per i Club Innovativi ed E-Club

Ha portato un esempio concreto di Global Grant, proposto tramite le immagini di un video dal forte impatto emotivo. IL Global Grant verteva  sull’approvvigionamento dell’acqua (raccolta acqua piovana), un progetto  dell’E-club Romagna, rivolto alla  comunità El Pelicano di Santa Victoria Este, in Argentina. Per svilupparlo è stato contattato l’ E-club d Buenos Aires Luis de Laurente,   che ha coinvolto altri due Club. Tiziana Casadio ha illustrato il percorso svolto, iniziato nel febbraio 2019, con la domanda su MyRotary dell’1 luglio 2019 sino all’approvazione giunta nel luglio 2020.

Alessio Pedrazzini Presidente incoming sottocommissione raccolta fondi e Paul Harris Society Sovrintende e collabora alla strategia di raccolta distrettuale aiutando i club a raggiungere obiettivi contributivi a favore della Rotary Foundation. Dove donare? Al Fondo annuale programmi, al Fondo di Dotazione (per il futuro dei programmi e delle attività), al Fondo PolioPlus (End Polio Now). Come farlo e in che modalità (fondi, lasciti ecc). Quanto alla Paul Harris Society, annovera  i donatori di tutto il mondo,  che comunicano alla Rotary Foundation l’ intenzione di versare ogni anno 1000 dollari  o più, al Fondo Annuale, al Fondo PolioPlus o a sovvenzioni globali approvate.

Beatrice Borghi presidente Sottocommissione borse di studio  e borsisti  per la pace 2021-2022

I Distretti possono  creare  borse di studio e finanziarle attraverso due canali: distrettuali per ogni livello di studio,  o con sovvenzioni globali, rivolte a  laureati in discipline che rientrino nelle tematiche del Rotary.  A queste si aggiungono le Borse per la Pace e le Borse Unesco. E’ stata fornita la tempistica per l’anno accademico 2021-22, che prevede la selezione nella primavera 2022.

Annalisa Petullà Presidente incoming Commissione VTE

Il VTE,  Vocational Training Exchange, nel quale intervengono due Distretti,  uno italiano e uno straniero,  è un’opportunità di scambio che porta visibilità, nuove relazioni, crescita professionale, ad un gruppo di 3 o 4 giovani. L’ età è compresa tra i 20 e i 40 anni,  non sono rotariani, devono essere fortemente motivati, possono essere  professionisti, dipendenti, o universitari, e anche rotaractiani. Vengono accompagnati da un team leader rotariano. Il prossimo tema scelto sarà  la sostenibilità ambientale.  Al momento, causa Pandemia, non è possibile identificare  il  Distretto che si potrà coinvolgere per lo scambio.

Mayli Anna Maria Nguyen Presidente sottocommissione relazioni internazionali si supporto a progetti dei club-DRN

Il Global Grant è un percorso progettuale che richiede grosse competenze su vari ambiti.  Nel nostro Distretto tali competenze sono attribuite a questa commissione, con impiego di DRN District Resources Network.

Maria Grazia Palmieri