Telemedicina per le case Residenziali di Parma

IL 13 Ottobre il Rotary Club Parma ha presentato il Service di Telemedicina realizzato a favore dell’assistenza sanitaria degli anziani, ospiti delle case Residenziali-RSA del complesso Villa Parma : Tigli, Tamerici, Lecci, Gulli-Romanini, Colorno. Si tratta di 400 anziani affidati dal Comune di Parma ad ASP :  Azienda di Servizi alla Persona del Distretto di Parma.

L’intervento del Rotary Parma è stato possibile grazie alla collaborazione con Takeda Pharmaceuticals, tra le prime 10 aziende farmaceutiche al mondo, ed in particolare con il settore di Digital Healthcare & Innovation di Takeda Italia.

Il progetto del nostro Club è stato approvato dal Board internazionale di Takeda che ha deliberato di sostenere per intero e senza limiti di tempo le spese della concessione e dell’assistenza della piattaforma digitale, la stessa utilizzata da Takeda  nelle realtà internazionali in cui i progetti di telemedicina sono stati approvati.

Si tratta di una vera cartella clinica informatizzata, associata ad un efficientissimo sistema di televisita e teleconsulto utilizzabili anche contemporaneamente.

La cartella clinica contiene i dati anagrafici biometrici, clinici del paziente, inseriti manualmente. Su questa  vengono caricati automaticamente tutti i dati strumentali  rilevabili dal paziente stesso in modalità completamente non invasiva attraverso microdevice di ultimissima generazione. Pressione arteriosa, Globuli Rossi, Ematocrito, Emogasanalisi Arteriosa PO2  PCo2 Sat O2, frequenza cardiaca Elettrocardiogramma a 1, 2, 6, 12 canali,  Glicemia Emoglobina Glicata, Spirometria.

Il sistema risponde ai requisiti di privacy e protezione dei dati sanitari digitali richiesti dalla Comunità Europea e dalle autorità del nostro Paese.

Le apparecchiature in grado di connettere automaticamente in modalità wireless, prevalentemente bluetooth, paziente e piattaforma digitale sono forniti dalla Società ADLIFE, già utilizzata dal Ministero della Salute e dal Ministero per l’Innovazione Tecnologica nell’ambito di progetti per contrastare il Covi-19.

Quasi tutti i parametri vitali, dunque, possono essere raccolti in modo totalmente non-invasivo ed automaticamente trasferiti sulla piattaforma digitale nella cartella clinica informatizzata del paziente.

Un sistema di allarmi e di soglie definite dal medico stesso per ogni paziente informerà automaticamente le eventuali criticità di ogni paziente così che il medico potrà seguire da remoto un notevole numero di pazienti, intervenendo con televisita, teleconsulto o personalmente quando necessario.

Foto: Casa Residenziale i Tigli di Parma (da adpersonam.pr.it)