SEMINARIO SULLA LEADERSHIP: STORIE DI DONNE, GIOVANI E ROTARY

Il Distretto 2072 organizza sabato 16 marzo, al Palazzo dei Congressi di Rimini (Sala dell’Arengo, ore 9,30-13,30) l’annuale Seminario di formazione distrettuale sull’argomento relativo alla capacità di esprimere un riferimento e una guida nella società contemporanea. Lo fa alla presenza del Governatore del Distretto 2071, Giampaolo Ladu, in omaggio alla volontà del compianto Massimiliano Tacchi, Governatore Eletto de Distretto 2071, di celebrare questo evento insieme a Paolo Bolzani, Governatore del Distretto 2072, quindi prefigurando la partecipazione congiunta dai due Distretti creati dalla suddivisione del Distretto 2070, verificatasi qualche anno fa. Lo fa avendo scelto come relatori sette rotariane impegnate con successo in vari contesti lavorativi nella società contemporanea e un giovane docente universitario. “Si tratta di persone – spiega il Governatore Bolzani – che pensiamo possano portare un punto di vista leggermente diverso, ma sempre caratterizzato da canoni di grande impegno ed energia rivolti ad un momento di riflessione corale sempre più necessario in una società come quella attuale, percorsa da tensioni e modificazioni a volte congiunturali, a volte spesso strutturali.”

Per un’organizzazione come il Rotary, da sempre impegnata nell’intervenire con cambiamenti positivi e duraturi nel mondo contemporaneo, il confronto proposto si articola in una doppia serie di quattro interventi, separati dalla Cerimonia di conferimento da parte di Paolo Bolzani, Giampaolo Ladu e Francesco Socievole dell’Onorificenza di Major Donor ad Arturo Giorgio Partisani, Past President e rotariano impegnato soprattutto nei rapporti con paesi all’estero, primi fra tutti Algeria ed Israele.

“Ai nostri otto relatori – prosegue il Governatore Bolzani –  poniamo tre domande, dalle cui risposte pensiamo possa mostrarsi con evidenza il radicamento del Rotary nella società contemporanea e il ruolo delle donne e dei giovani in questi processi di lenta integrazione e modifica anche delle figure di riferimento. Le tre domande che rivolgiamo ai nostri relatori sono le seguenti:

1. Come sei diventata/o quello che sei in campo lavorativo e come si qualifica la tua giornata di lavoro?
2. Come sei entrata/o nel Rotary e qual è stato il tuo “momento Rotary”, cioè il momento in cui hai percepito la
capacità del Rotary di cambiare le vite sia alle persone cui viene dedicato il service sia a quelle che scelgono di
dedicare parte del proprio tempo al servire?
3. Quale futuro auspichi per il Rotary nella società contemporanea, nelle comunità locali e all’estero?”

Questi gli otto relatori: Roberta Mariotti (RC Rimini Riviera) psicologa, psicoterapeuta, mental coach; Maily Anna Maria Nguyen (EClub Romagna) Responsabile Desk Emilia-Romagna/Italia Vietnam di Unioncamere Emilia Romagna, Componente Comitato Guida Industria 4.0 di AICQ; Silvia Gentilini (RC Cesena) Vicequestore Polizia di Stato, Dirigente del Commissariato di P.S. di Faenza; Cinzia Ori (RC Ferrara) Direttore generale e amministratore delegato Distillerie Moccia srl; Fiorella Sgallari (RC Bologna Valle del Samoggia) Professore Ordinario di Analisi Numerica, Università di Bologna – Dipartimento di Matematica; Sara Rainieri (RC Parma) Professore Ordinario di Fisica Tecnica Industriale, Università degli Studi di Parma; Vincenzo Zarone (RC Pisa) Ricercatore Senior in Economia Aziendale, Università di Pisa; Elena Lombardini (RC Reggio Val di Secchia) Capoprogetto missioni internazionali umanitarie, Servizi sociali integrati per l’Associazione dei Comuni della Val d’Enza.